venerdì 3 aprile 2015Ultimo Aggiornamento:

Come funziona il 730 precompilato online e dove si scarica?

 |   | 
La data per la compilazione del modello 730 precompilato è vicina. Infatti dal 15 aprile si potrà scaricare il 730 precompilato online e capire così come funziona realmente questo nuovo metodo per la dichiarazione dei redditi. Purtroppo le delusioni dei contribuenti saranno tante, come ad esempio quella di ricevere il 730 direttamente a casa, o trovarlo già compilato e pronto da sottoscrivere per poi riconsegnarlo al mittente; mi dispiace deludervi, ma le cose non andranno in questo modo. Anzi i danni a quanto pare sono tanti, le incongruenze di certo non mancano e gli errori contribuiranno sicuramente a complicare le cose ai cittadini.

Quindi per chi ancora non lo sapesse, consiglio di informarsi in modo adeguato sul nuovo 730 precompilato, se non si vuole incorrere in gravi problemi. Uno di questi è proprio la metodologia digitale, che a quanto pare, metterà in ginocchio moltissimi pensionati, assimilati e altrettanti lavoratori dipendenti, non più di tenera età.

Come funziona il 730 precompilato online e dove si scarica?


Secondo quanto indicato dal fisco e dall'agenzia delle entrate, la compilazione dovrebbe essere molto più semplice, visto che la maggior parte dei dati verrà inserita dai funzionati del fisco; invece non è così... Alcuni dei contribuenti che hanno provato a scaricare il modello 730 precompilato, già indicano difficoltà solo per accedere alla dichiarazione dei redditi. Ma come mai? Visto che il 730 è digitale, per poter essere protetto, necessita di una password, altrimenti non lo si potrà visualizzare. Per poter ricevere la password si dovrà chiamare il numero verde gratuito dell'agenzia delle entrate: 848.800.444 e richiedere direttamente al centralino il codice per l'accesso ai servizi telematici; in alternativa ci si potrà recare presso gli uffici territoriali. Una volta fatto ciò, basterà consultare il sito: "Agenzia entrate", immettere il codice personalizzato e poi scaricare il proprio 730.

Cosa è già compilato all'interno del 730 e cosa invece no?


Secondo quanto dichiarato dal Fisco infatti, il modello 730 non è perfettamente completo. Ancora mancano alcuni punti importanti che non si è riusciti, un po' per mancanza di tempo, un po' per impossibilità di ottenimento dei dati ad inserire all'interno della dichiarazione redditi. Comunque sia i dati già inseriti saranno i seguenti: le spese per i mutui casa, le spese dei prestiti, i contratti di affitto immobiliare, i redditi da lavoro, i redditi da pensione, le spese sulle compravendite immobiliari, le spese sui premi assicurativi e tutti i contributi previdenziali Mentre non ci saranno: le spese a riguardo della situazione sanitaria, i costi per le tasse scolastiche e le spese detraibili per gli studenti universitari.

come-funziona-730-precompilato-online-scarica

Dati mancanti e modello precompilato è meglio?


Per quanto riguarda i dati mancanti non c'è problema, basta provvedere personalmente ad inserirli silo per quest'anno; infatti a quanto pare, o meglio su indicazione del fisco, i verranno non inseriti nel precompilato, verranno aggiunti dal prossimo anno in tutti i modelli, che li necessitano. Se dovessimo dire qualcosa sul modello 730 nuovo invece, è vero, potrebbe contenere errori, potrebbe essere difficile da scaricare online; ma a riguardo di semplicità di utilizzo, pare sia molto meglio. Questo perché avere un qualcosa di pronto, rispetto ad un modello vuoto è già un passo avanti, non credete? Inoltre si potrebbe anche evitare di andare da un ente a pagamento (come il CAF e il commercialista ad esempio), oltre al fatto di non perdere più tempo prezioso dietro ad una scrivania a raccogliere 1000 dati o stampare ricevute e tanto altro.

Compilazione corretta, dati errati o richiesta di modifica 730, di che parte sei?


dichiarazione-redditi-730-pre-complicato
Modello 730, ma quanto è complicato compilarlo online?
Non è proprio una scelta, ma più un terno a lotto; in quanto chi ha inviato il modello 730, potrebbe essere convinto, ma non sicuro al 100% dell'accuratezza dei dati inseriti; poi c'è chi ha commesso errori, ma non se ne rende conto ed infine anche chi ha commesso errori ed accorgendosene ne richiede la modifica prima della scadenza. Comunque sia la vostra situazione è sempre meglio analizzare e leggere più di una volta il modello prima di provvedere alla spedizione. Solo chi ci si potrà rendere conto di eventuali errori o dati mancanti. In ogni caso per qualsiasi modifica o segnalazione è opportuno comunicare il tutto al fisco entro il 7 luglio 2015.

Per farlo basterà accedere dal proprio PC sul sito dell'agenzia delle entrate, oppure contattare a pagamento un servizio di assistenza fiscale, come ad esempio potrebbe essere sempre il solito CAF. Tutto questo potrà essere fatto solo una volta, quindi non è consigliato neanche perdere tempo, per ulteriori modifiche o richieste. Quindi a confermata accettazione del modulo o mediante modifica tramite CAF (i pagamenti con il precompilato e oltretutto per l'approvazione di modifiche possono anche costare il doppio del prezzo normale, ci si potrà ritenere soddisfatti di aver concluso anche quest'anno una nuova dichiarazione dei redditi con il fisco. Oltre a questo ricordo che se si dovessero ricevere dei soldi indietro, questo potrà avvenire solo mediante busta paga o pensione.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).