lunedì 22 febbraio 2016Ultimo Aggiornamento:

Come fare opposizione alla rimozione dei sigilli su beni ereditari

 |   | 
Quando si parla di beni ereditari, si sa che questi sono protetti da sigilli per garantire la protezione massima; ai quali ne hanno diritto di accesso solamente i proprietari o familiari del bene in questione. Oggi con questa guida cercherò di spiegarvi come mettere in atto una opposizione e capire come fare e non la rimozione dei sigilli sui beni ereditari in modo semplice e veloce.

Per una rimozione veloce o continua opposizione dei sigilli l’unica cosa che bisogna fare è recarsi dalle autorità e fare ricorso per accedere al bene; in quanto legittimi proprietario o eredi. Quindi come possiamo aver capito i sigilli possono essere tolti, rimossi e lasciati invariati (bloccati) da determinate persone e soggetti; mentre il ricorso può essere fatto solamente da chi ne ha l’autorità o la richiede per via di un legame familiare stretto. In questo caso l’apposizione sui documenti a carico di eredi, pubblici ministeri, creditori e cosi via dicendo è utile per proteggere il bene. Essi infatti sono pronti a tutelare i sigilli sul bene in questione in modo davvero autorevole!

Istanza rimozione sigilli e apposizione beni ereditari dal curatore


opposizione-rimozione-sigilli-beni-ereditari

Richiedere la rimozione dei sigilli, o continuare ad opporsi per la cancellazione degli stessi è un aspetto fondamentale per gli ereditari. Queste due regole viaggiano a braccetto, in questo per mantenerle attive oppure eliminarle è necessario procedere più o meno nello stesso modo e recarsi principalmente dalle autorità competenti al fine di richiedere un ricorso all'istanza.

Questa richiesta una volta fatta e messa in atto, consentirà al legittimo proprietario, grazie all'intervento dell’ente pubblico la possibilità di accedere al bene (che potrebbe essere una somma di denaro lasciata in eredità) nei legittimi limiti indicati dalla legge e di conseguenza entrare a far parte di ciò che ci aspetta di diritto.

La stessa cosa come ho già indicato riguarda anche chi invece sceglie di opporsi alla rimozione e vuole continuare a proteggere il bene con l’utilizzo dei sigilli di legge. Anche in questo caso è possibile presentare domanda e mediante l’istanza (seguendo le leggi sulle normative dei beni) continuare a proteggere il bene ereditario. In questo caso si tratta dunque di una vera e propria richiesta di blocco con tanto di opposizione alla rimozione dei sigilli su beni ereditari da parte dei soggetti interessati.

Ma come si fa una domanda di opposizione sigilli beni ereditari?

Prima di tutto è necessario recarsi dal Giudice. Una volta dinanzi all'autorità è possibile chiedere l’opposizione, al fine di evitare che i sigilli dei beni (ad esempio del defunto proprietario) vengano tolti e rimossi. A questo punto il Giudice prenderà atto della richiesta e provvederà a valutare la proposta, analizzando la situazione. Al verdetto se la risposta del Giudice sarà positiva significa che si potrà continuare a mantenere i sigilli sui beni ereditari e garantire ancora la protezione/conservazione agli stessi.

Se invece l’esito sarà contrario e negativo; cioè se la domanda dovesse essere rifiutata, sarà possibile entrare in possesso dell’eredità. In questo caso (se non ci si vuole arrendere) anche se diventa più difficile, si potrà creare una dichiarazione dettagliata da presentare al Giudice e richiedere nuovamente l’opposizione dei sigilli. In alternativa è anche possibile presentare la dichiarazione prima del processo in modo da farla leggere alla giuria e di conseguenza avere più possibilità di vittoria.

Come presentare il modulo di opposizione alla cancelleria prima della sentenza in Tribunale


Per richiedere il modulo da compilare per opposizione del bene ereditario è necessario richiedere un documento da compilare e consegnare al Giudice. Questo ricorso dev'essere sottoscritto dal richiedente indicato in modo preciso tutti i dati: nome, cognome, data di nascita, data del processo e motivazione per la quale vi state opponendo alla rimozione dei sigilli. Una volta compilato il modulo per i beni ereditari si dovrà presentare la dichiarazione di non rimozione dei sigilli nella cancelleria del Tribunale. Logicamente il documento dovrà essere datato con il giorno di consegna della richiesta, controfirmato da voi stessi e specificata anche la data e il luogo di consegna.

Per scaricare il modulo istanza da consegnare al giudice tutelare per accettazione di eredità; ho deciso di aggiungere qui i modelli che è possibile richiedere e ricevere in questo caso. Essi sono in formato pdf e si potranno scaricare gratuitamente sul proprio PC. Sono presenti anche i documenti amministrativi (modificabili) e fac-simile per capire come procedere alla compilazione e cosa richiedere come modulo ufficiale una volta in cancelleria.


Come potete vedere opporsi e fare domanda per questo genere di problemi non è affatto difficile; anzi è anche più tosto semplice e sbrigativo. Comunque sia per maggiori informazioni e dettagli vi linko ugualmente i siti ufficiali ai quali collegarvi in caso di necessita: “Tribunale di Milano”. In alternativo vi consiglio di recarvi presso il Tribunale della vostra città o luogo di residenza in modo da ottenere i moduli cartacei originali sui beni per gli eredi, richiedere nuove indicazioni e compilare i documenti senza errori così da non creare disguidi durante la sentenza.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).