sabato 17 settembre 2016Ultimo Aggiornamento:

Come farsi ricaricare la postepay: metodi e costi

 |   | 
Oggi cercheremo di affrontare un argomento diffuso, visto il notevole interesse da parte della gente. In questa guida cercheremo di capire come ricaricare la postepay in modo generico, cosi da poter accreditare i soldi sulla carta in qualsiasi modalità e senza difficoltà alcuna. Come ben sappiamo la carta postepay è possibile ricaricarla in quanto si presenta sotto forma di tessera prepagata e proprio per questo la sua ricarica può essere fatta online, dal tabaccaio, dal conto bancario, da un amico, dallo sportello postale, col bancomat, mediante il servizio Sisal, da internet e cosi via dicendo. In poche parole la si può ricaricare in qualsiasi modo, ma qual è il metodo più semplice e veloce per farlo?

La prima cosa che dobbiamo sapere è che la postepay è molto utile per tutti gli shopper on-line che desiderano acquistare oggetti in modo sicuro e soprattutto in breve tempo. A volte però capita di non controllare i saldo sul conto e ci si ritrova senza denaro sulla carta. In tal caso occorre subito farsi ricaricare la postepay, ma come si fa? Ricaricare la carta postepay di poste italiane è davvero molto semplice e come indicato prima può essere fatto anche dal non titolare della carta, visto che basta indicare il numero presente sulla stessa per portare a termine l’operazione.


Come ricaricare la postepay allo sportello


come ricaricare postepay

Per effettuare una ricarica veloce presso gli uffici postali è opportuno recarsi alle poste presenti sul territorio nazionale e richiedere il modulo di ricarica. Una volta ricevuto, si dovrà compilare il tagliandino indicando:

  • Il numero della carta postepay dove inviare il denaro;
  • L’intestatario della carta da ricaricare;
  • La quantità di denaro contante da versare.

Oltre a queste opzioni è possibile scegliere se trasferire il denaro da una carta postepay da un’altra senza aggiungere denaro contante; oppure effettuare il tutto tramite una carta BancoPosta abilita al servizio. Durante la compilazione se ci si presenta come titolari della carta non sarà necessario aggiungere il proprio nome, ma in caso di delega sì. In questa circostanza l’amico o parente dovrà aggiungere il vostro nome sul documento, altrimenti l’operazione non andrà a buon fine. Fatto ciò si dovrà pagare una commissione di ricarica, che solitamente è di circa 1 euro.

Come ricaricare la postepay tramite Postemat

Questa opzione serve principalmente per saltare la fila e non perdere tempo, perché come ben sappiamo ogni volta che ci si reca in posta prima di un'ora non si esce! Comunque sia, per evitare tutto questo nasce il servizio automatico di Postemat, il quale consente al richiedente di ricaricare una carta postepay mediante un’altra carta aderente al circuito; che in questo caso sarebbero: La Visa Electron, La Bancoposta Card e la Postemat Maestro. A tal proposito ricordo però che l’evitare la fila comporta dei costi di commissione, che in questo caso sono di circa 3 euro per singola ricarica.

Come farsi ricaricare la postepay in tabaccheria


Un’altra scelta accettabile potrebbe essere questa di andare dal tabaccaio (aderente al servizio e collegato al circuito Sisal) vicino a casa ed effettuare la ricarica postepay da loro. In tabaccheria valgono le stesse regole presentate alle poste, quindi oltre a voi stessi potranno caricare i soldi sulla carta anche terzi, da un minimo di 1 euro, fino ad un massimo di circa 1.000 euro. In questo caso come dati servono:

  • Il numero della carta dove aggiungere i soldi;
  • Il codice fiscale e nome del titolare postepay;
  • Più 2 euro di commissioni per l’operazione.

Per evitare il costo dei 2 euro, i titolari aderenti alla banca ITB (la banca per tabaccai e cittadini) hanno la possibilità di ricorrere a diversi servizi, come ad esempio il seguente di ricarica postepay facilitata. Il tutto verrà eseguito allo stesso modo delle ricevitorie Sisal.


Come ricaricare la postepay online


Può invece capitare a volte di non voler uscire di casa, un pochino per pigrizia e anche per evitare le interminabili code allo sportello o imbottigliarsi nel traffico. In questo caso una valida scelta è quella di richiedere una ricarica online direttamente alle poste. Per farlo basterà possedere o aprire un conto Bancoposta, un conto Bancopostclick oppure come negli altri casi un’altra postepay. Quindi ciò che bisogna fare è collegarsi al sito ufficiale: “www.poste.it e www.postepay.it” collegarsi al proprio profilo, accedere alla sezione di trasferimento del denaro ed effettuare la ricarica seguendo le loro istruzioni mostrate sullo schermo. In alternativa per i titolari di un conto online presso la banca Popolare di Milano è possibile eseguire la medesima operazione semplicemente accedendo al proprio Home Banking.


Come ricaricare la postepay da casa o tramite app poste italiane


Come ultima opzione rimane solo quella del servizio Postepay a domicilio, il quale consente di ricaricare la propria carta da casa utilizzando una specifica applicazione. Questa app, creata da Poste Italiane consente di ricaricare la postepay ed al contempo controllare tutti i movimenti o il saldo del conto. L’app può essere scaricata dal seguente link: “P2P” o direttamente dal sito postale. Mentre per chi possiede all'interno del proprio Smartphone una sim Postemobile, avrà la possibilità di trasferire il denaro direttamente accedendo dal menu opzioni carta sim del cellulare e inviare cosi i soldi dal conto BancoPosta a Postepay.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).