sabato 19 novembre 2016Ultimo Aggiornamento:

Comunicazione Unica impresa: cos'è, apertura ComUnica e configurazione

 |   | 
Oggi cercheremo di capire cos'è la Comunicazione Unica d’impresa. Come dice la parola stessa, la ComUnica non è altro che un metodo di comunicazione utilizzato dalle imprese private, pubbliche, individuali o da grandi società per evadere i propri obblighi.

I dati in questo caso venivano forniti mediante moduli cartacei, moduli telematici, sistemi online, fax, trasmissioni di posta elettronica e/o tramite lo sportello pubblico.

Tutto ciò consentiva alle imprese di presentare i documenti ad ogni ente differente, che in questo caso sono: l’Agenzia delle Entrate, l’INAIL, l’INPS e la Camera di Commercio.

Le trasmissioni di Comunicazione Unica permettevano di:


Apertura ComUnica impresa, cosa cambia?


Come sappiamo questo ormai non è più obbligatorio. Infatti oggi, non bisogna più inviare documenti differenti e moduli per ogni ente, ma solamente rivolgersi al: “Registro delle Imprese” inviando una documentazione dettagliata a loro, mediante il canale telematico. Ciò ha semplificato notevolmente la vita degli impresari italiani e delle società, visto che adesso i processi amministrativi si possono effettuare online collegandosi ad un solo canale specifico, cioè quello delle Imprese.

Questa collaborazione tra imprese e pubblica amministrazione è indicata come: “sportello unico” portale di nuova generazione al quale inviare la Comunicazione Unica impresa. Il file per chi non lo sapesse è un solo documento digitale avente al suo interno le informazioni (elencate) per tutti e 4 gli enti “precedentemente indicati”. Questo processo di Comunicazione Unica per le imprese, consente al lavoratore una configurazione più facile, una gestione più semplice e tempi d’attesa molto più corti rispetto a prima.

Come funziona la Comunicazione Unica d’impresa?


comunicazione-unica-impresa-software-Comunica

Il suo processo e configurazione è molto semplice da capire, visto che la Comunicazione Unica ha subito un notevole aggiornamento rispetto al 2010; infatti tale file/software: “ComUnica Impresa” contiene:

  • Tutti i dati del richiedente;
  • L’oggetto in questione della comunicazione;
  • Il riepilogo di ogni richiesta fatta dagli enti;
  • Il modulo da consegnare all'Agenzia delle Entrate;
  • Il modulo per il registro Imprese;
  • Il modulo Inps e il modulo Inail.

Una volta entrati in possesso di questi dati e documenti, si deve scaricare il software: “ComUnica (non preoccuparti il software è gratis e non richiede nessun costo d’attivazione) che indica esattamente al richiedente come procedere alla compilazione della Comunicazione Unica per la propria impresa.

Esso viene anche utilizzato per modificare dati riguarda la ditta o per cancellarne altrettanti ormai obsoleti.

La comunicazione viene eseguita anche per fini fiscali, visto che è stata accettata e validata secondo gli standard del paese. Logicamente lo stesso discorso vale anche per gli enti previdenziali e quelli assicurativi. Alla fine, quando si ha compilato tutto, ci si deve anche ricordare di aggiungere la firma digitale per convalidare la Comunicazione.

Come inviare la Comunicazione Unica d’impresa e a chi inviarla?


Al termite di tutto, si deve inviare la ComUnica all'Ufficio delle Imprese italiane riguardante la Camera di Commercio. Esso a sua volta provvederà in modo automatico ad inoltrare i moduli verso gli ultimi 3 enti rimanenti, che sono: Agenzia delle Entrate, INPS e INAIL. Facendo un elenco dettagliato, vi posso dire che una volta inviata la pratica personale dell’impresa all'ufficio registri, essa provvederà a:

  • Spedire una risposta all'email PEC di posta elettronica dell’impresa, con tanto di ricevuta protocollo e Comunicazione Unica. Tale ricevuta non dovrà essere persa visto che servirà a convalidare l’avvio della nuova impresa.
  • Indicare a tutti gli enti, chiamati in causa, che la comunicazione è stata correttamente inviata all'interessato. Fatto ciò la Camera di Commercio analizzerà tutta la documentazione e provvederà ad inviare entro cinque giorni l’avvenuta iscrizione PEC per l’impresa. Dopo una settimana ogni singolo ente confermerà la correttezza dei dati, pubblicando gli esiti di accettazione a Registro delle Imprese.

Ricordo a tutti che l’obbligo di utilizzare la Comunicazione Unica d’impresa è attivo dall'anno 2010. Quindi per chi non ne fosse ancora a conoscenza, basta scaricare il documento in formato PDF che ne indica tutti i dettagli: “QUI” presente; oppure contattare il Call Center o i diversi enti interessati mediante i numeri verdi. Come ad esempio il: Numero verde Agenzia delle Entrate.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).