mercoledì 22 novembre 2017Ultimo Aggiornamento:

Come cancellarsi dalla CRIF come cattivi pagatori

 |   | 
Scopri come cancellarsi dalla CRIF banca dati online, come cattivi pagatori. Richiesta cancellazione crif e domanda.
Ancora oggi sono tante le persone che fanno richieste di prestito al fine di risanare i propri problemi economici. Esse fanno affidamento per lo più ad offerte di prestiti adatte ai cattivi pagatori, però non tutte le banche concedono questa tipologia prestito.

Anzi ormai sono molti gli istituti di credito che preferiscono tutelarsi ed evitare così di offrire a tali soggetti, prestiti che poi forse non riusciranno mai neanche a restituire.

Ecco perché in questa guida abbiamo deciso di spiegare come cancellarsi dalla CRIF come cattivi pagatori e tornare a ricevere normali finanziamenti dalle banche senza problemi.


Cancellarsi dalla CRIF, tutto ciò che si deve sapere!



Le banche che tuttavia oggi offrono prestiti cambializzati in Italia, non sono tantissime e quelle che invece concedono ancora tale servizio sono adeguatamente tutelate dalla CRIF, la centrale dei rischi finanziari. Questa agenzia prende in esame il richiedente debitore, in modo da analizzare il suo profilo bancario e capire esattamente se ci sono dei trascorsi economici.

Solitamente chi risulta cattivo pagatore viene segnalato nella lista nera delle banche, così da non creare problemi in futuro ad altri istituti di credito. Ad ogni modo, continuiamo la lettura e scopriamo come fare una richiesta di cancellazione CRIF (modulo e docuementazione) in modo semplice e veloce.




Richiedi un prestito? Ricevi subito una segnalazione CRIF immediata! Allora è meglio cancellarsi subito!



cancellarsi-crif-come-cattivi-pagatori

Sembra un paradosso, ma la realtà è proprio questa! chiunque di noi si reca in banca per richiedere un prestito personale, la maggior parte delle volte viene segnalato al CRIF. Perché? Semplice la banca, la finanziaria o l’istituto erogante non si fida abbastanza di noi. Non è una cosa brutta questa, ma una tutela per le banche.

Come abbiamo indicato in precedenza il CRIF è un’agenzia privata che protegge le banche, analizzando dettagliatamente la persona che necessita un prestito.

Questa analisi è utile alle banche per trovare informazioni creditizie (riguardanti lo storico economico finanziario) sul cliente che desidera avere un finanziamento.

Per quanto riguarda la registrazione al CRIF, ricordiamo che è gratuita ed automatica, visto che la richiesta viene fatta dalla banca per conto del cliente sotto forma di segnalazione e per tale motivo, essenziale per scovare i cattivi clienti o richiedenti aventi debiti, problemi finanziari o prestiti non saldati.


Chi non può pagare il prestito alla banca diventa cattivo pagatore e segnalato al CRIF



Logicamente non bisogna allarmarsi se si riceve una verifica CRIF. Quando questo avviene non tutti i segnalati vengono identificati come cattivi pagatori.

Anzi questa procedura viene fatta appositamente per trovare quelle persone che a fine mese non riescono a saldare il prestito o a pagare i debiti con le banche. Infatti chiunque sia il cliente debitore, una volta effettuata la richiesta di un prestito se non riesce a saldarlo, verrà aggiunto alla lista nera dei cattivi pagatori, come anomalia del sistema.

Questo passaggio serve alle banche per tutelarsi e di conseguenza, quando un soggetto del genere effettua una richiesta di finanziamento, la banca riceve immediatamente i dati sul PC.

Questa comunicazione dal CRIF alla banca, permetterà a loro di capire che il cliente in questione è un cattivo pagatore e quindi riconosciuti dal sistema come non pagatori di debiti. Purtroppo una segnalazione del genere o meglio un’attribuzione del genere comprometterà sicuramente la transazione del prestito, non permettendo a chi l’ha richiesta di averla.




Come cancellarsi dal CRIF ed eliminare la segnalazione



Quando si deve bloccare una segnalazione CRIF bancaria e cancellarsi dalla CRIF come cattivi pagatori è opportuno mettere in chiaro fin da subito per proprie intenzioni. Detto questo è necessario essere puliti da qualsiasi problema passato, o almeno far vedere che ci avete provato con tutte le vostre forze. Le cose che si possono fare per essere cancellati dal CRIF sono le seguenti:


  • Inviare una mail all'agenzia CRIF, indicando se è possibile essere tolti dalla lista nera per problemi avuti in passato.
  • Spieghiamo la situazione passata, indicando che non siamo riusciti a saldare i debiti (anche se una buona parte l’abbiamo versata) per via di motivi economici famigliari o per via della perdita del lavoro.
  • Adesso, mettiamo in chiaro fin da subito le nostre intenzioni e facciamo capire a loro che ora le condizioni economiche sono più che buone.
  • Mostriamo un documento offerto dal commercialista o una busta paga che attesti la condizione economica attuale, in modo da essere certi di pagare qualsiasi prestito dovessimo richiedere.
  • Fatto ciò, rileggiamo attentamente la mail (attenzione ai dati, devono essere tutti corretti) ed inviamola al CRIF, al quale chiederemo appunto di cancellare i dati negativi su di noi, come cattivi pagatori.


In alternativa è possibile contattare direttamente il servizio cancellazione CRIF da QUI. Per farlo si dovrà richiedere un appuntamento, compilare i moduli forniti, verificare la situazione economica del cliente e richiedere in modo diretto di essere riabilitati per la richiesta di prestiti con le banche. Per fare questo consigliamo di leggere l’altra nostra guida, indicata ad inizio post, in modo da eseguire perfettamente ogni passaggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).

Articoli e guide più lette dagli utenti: