giovedì 22 febbraio 2018Ultimo Aggiornamento:

Come calcolare indice di elasticità globale in azienda

 |   | 
Guida completa per capire e calcolare l'indice di elasticità globale in azienda, la sua reattività e l'analisi patrimoniale.
L'analisi per gli indici del bilancio di esercizio consiste nel calcolare, attraverso l'utilizzo dei dati contenuti nello Stato Patrimoniale e nel Conto Economico, dei quozienti che confrontano gruppi di valori aventi una diversa natura e che spesso vengono espressi in percentuale.

Tali indici vengono poi raggruppati, in base all'aspetto dell'azienda che si vuole analizzare, in indici di redditività, indici di produttività, indici patrimoniali e indici finanziari. Vediamo insieme come calcolare l'indice di elasticità globale in azienda.




Guida al calcolo dell'indice di elasticità in azienda

indice-elasticita-globale-azienda


L'indice di elasticità fa parte del gruppo di indici utilizzati per fare l'analisi patrimoniale di una particolare azienda. Infatti, nel dettaglio, l'analisi patrimoniale si occupa di studiare la struttura del patrimonio, accertando le condizioni di equilibrio nella composizione degli impieghi e delle fonti di finanziamento. Tra i vari indici patrimoniali si include l'indice di elasticità globale.

Il calcolo dell’indice di elasticità globale in azienda si effettua dividendo l'attivo circolante per le Immobilizzazioni. In altri termini, l'indice di elasticità globale serve a calcolare la capacità che l'azienda possiede di ritrasformare i soldi investiti in denaro liquido. 

Gli indici di rigidità ed elasticità del patrimonio approfondiscono la composizione degli impieghi e quindi sono strettamente collegati all'interpretazione degli argini di struttura e di tesoreria.

Generalmente l'azienda che presenta un maggior grado di elasticità, consente maggior flessibilità produttive e quindi una più elevata capacità di adattarsi al cambiamento delle condizioni di mercato.

Tuttavia, il giudizio sulla composizione degli impieghi va effettuato tenendo presente in quale settore di attività opera l'impresa. Ad esempio, un'impresa industriale tende a presentare, per forza, un più alto grado di rigidità degli impieghi rispetto ad un'azienda commerciale.




Un'impresa commerciale può mantenere un grado maggiore di elasticità, in quanto il processo produttivo che va a svolgere è indirizzato all'accrescimento dell'utilità dei beni acquistati e destinati alla successiva rivendita.

Quindi, per poter valutare al meglio l'indice di elasticità globale di una azienda e il suo relativo equilibrio patrimoniale, occorre verificarne la correlazione temporale, rispetto alle scadenze, tra gli impieghi e le fonti di finanziamento, in quanto è indispensabile che i beni durevoli siano finanziati con capitale permanente o al massimo con capitale di debito a medio/lungo termine.

Documenti importanti per analisi di bilancio


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).