lunedì 30 gennaio 2017Ultimo Aggiornamento:

Allestire una bancarella per vendere ai mercatini come hobbista

 |   | 
Guida per allestire una bancarella hobbista per vendere ai mercatini le vostre idee e creazioni. Come creare un mercato business di successo.
Oggi in questa guida cercherò di spiegarvi come allestire una bancarella per vendere ai mercatini le vostre idee e creazioni, in modo da far diventare questo vostro piccolo business hobbista in un vero e proprio successo!

Ciò che bisogna principalmente sapere è che attuare un piano di vendita per un mercatino da strada è identico a quello offerto dai commercianti presenti nei classici negozi a vetrine; l’unica differenza che gli caratterizza è appunto il non essere protetti da mura.

Per questo quando si decidere di vendere prodotti ai mercatini e di conseguenza allestirne uno è necessario farlo con buoni profili marketing, così da far risaltare la merce stoccata/esposta ed al contempo riuscire a vendere tutto senza troppi problemi.

Logicamente ciò che inizialmente bisogna fare è cercare di accedere ai siti del proprio Comune è consultare le pratiche di esposizione, partecipazione e requisiti da avere per poter iniziare ad allestire il proprio mercatino da hobbista.

Al contrario di quanto dicono molti portali presenti sul web, non è necessario avere nessun patentino da hobbista per allestire una bancarella e tanto meno bisogna avere una partita iva attiva! Non c’è bisogno neanche di una licenza, del tariffario o di qualsiasi altra cosa vi abbiamo detto; l’unica cosa che vi serve è il permesso per poter operare sul posto scelto e il modulo d’iscrizione.

Il motivo? Semplice, si tratta di una attività “free” gestita per via del baratto tra persone, dove in questo caso anche i soldi contanti non sono altro che una semplice forma di scambio tra cittadini.


Allestire una bancarella da hobbista



Ciò che realmente serve per allestire una bancarella del genere è:

  • Un semplice gazebo, di quelli a formato tendoni bianco (solitamente è la prassi per poter posteggiare in un luogo pubblico);
  • Un paio di tavoli, anche più di 2 o meglio quattro se lo spazio a disposizione è ampio (in modo da formare una “U” così da mettersi al centro);
  • Delle stoffe, sempre bianche se possibile, da aggiunge sopra i tavoli da esposizione, così da poter appoggiare gli oggetti e renderli visibili;
  • Una sedia “comoda” per sederti, visto che solitamente i mercatini durano dalla mattina alla sera;
  • Avere a portata degli scatoloni, nel caso servisse improvvisare un ulteriore spazio per appoggiare i prodotti da vendere al mercatino;
  • Avere dei sacchetti per imbustare gli oggetti venduti ai clienti, carta e confezioni regalo… sempre utili per fare bella figura;
  • Avere una calcolatrice per fare i calcoli più velocemente al momento della consegna del resto (al cliente non piace attendere…);
  • Aggiungere dei cartelli che indicano esattamente il costo del prodotto in vendita, così da non creare confusione.

Come vendere ai mercatini – Cosa sapere?



allestire-una-bancarella-vendere-mercatini


Ciò che bisogna sapere quando si decide di fare un mercatino hobbista e vendere è quello di capire esattamente come operare. Conoscere bene la zona è molto importante per far sì che la bancarella non sia vuota, per questo è opportuno informarsi sul web, contattare le associazioni culturali o l’URP. Solo in questo modo si avrà la possibilità di fare ed allestire un mercatino con la consapevolezza di riuscire a vendere tutta la nostra merce in esposizione.

Entrare a conoscenza dei canali preferenziali presenti sul terreno è molto importante, come ad esempio partecipare ai forum, consultare i social e anche prendere visione degli appuntamenti fatti dagli altri mercanti. Senza ombra di dubbio, un mercatino per avere successo deve avere anche un’alta affluenza di gente, altrimenti si rischierebbe solamente di perdere tempo e soldi. Al contempo per gestire un mercatino che offre alla gente le proprie opere, idee e creazioni, dev’essere anche competitivo altrimenti si rischia di non vendere nulla.

Diciamo che è un po' come i mercatini di natale (importantissimi da visitare e contattare se si vuole vendere come hobbista in tali posti) i quali sono sempre pieni di clientela. Il motivo? perché ce sempre l’imbarazzo della scelta sulle cose da comprare ed inoltre si è sotto le feste. Ad ogni modo in un mercatino di natale o classico che sia è possibile vendere di tutto, dagli oggetti fai da te fatti in casa, ai prodotti riciclati, ai mobili, ai gioielli, fino ad arrivare anche ai manufatti.


Modulo per iscriversi al mercatino ed allestirne uno in città


Come indicato ad inizio post, esiste un modulo d’iscrizione per poter partecipare a questo genere di iniziative. Il modulo è indicato sia per i commercianti di paese e sia per gli hobbisti.

Ogni città e mercatino ha il suo modulo di partecipazione, il quale dev’essere scaricato dal sito del proprio Comune di residenza o Comune nel quale si partecipa per l’allestimento del mercatino.

All’interno del modulo da compilare è giusto sapere che bisognerà annotare tutta la merce che si vuole esporre (quantità e tipologia) in modo da quantificare il costo del noleggio del posto. Infatti il costo del per allestire un mercatino in città è più o meno di 20/25 euro al giorno a seconda della zona e merce offerta.


Vendere ai mercatini col marketing



Col marketing va a braccetto tutto, quindi in questo caso, sapere allestire una bancarella, esporre i prodotti e creare la giusta luce è anche questo marketing!

Ma perché, a cosa serve? Il cliente è tutto, giusto? Si! Ok, perfetto, quindi se il cliente conta più di qualsiasi altra cosa è giusto offrire ad esso tutto ciò che abbiamo nel migliore dei modi. Tra queste cose bisogna quindi essere sempre di buona presenza e generare affetto e sentimento per ciò che si vende.

Ma questo non è tutto, allestire una bancarella è importante è come dicevo prima dev’essere fatta con amore, non si può offrire alla gente una bancarella brutta e arrangiata tanto per far vedere qualcosa; se no è normale che vanno dal nostro vicino, non credete? Ricordatevi che la bella figura viene prima di tutto e fidatevi che l’occhio il cliente lo butta sempre prima di fermarsi!

Infine per attuare una buona campagna marketing è consigliato sponsorizzare l'attività online e creare un vento sui social network; come ad esempio: Facebook e Twitter.

Possibilmente creando anche una pagina con tante foto dei vostri prodotti già venduti e di quelli e probabilmente metterete in vendita alla prossima fiera. Invitate quindi gli amici a partecipare e fare sempre una buona dose di passaparola. Solo così il vostro mercatino come hobbista prenderà piede e diventerà un vero successo!

Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).

Articoli e guide più lette dagli utenti: