venerdì 15 aprile 2016Ultimo Aggiornamento:

Quali sono le banche più solide? classifica affidabilità Cet 1 ratio aggiornata

 |   | 
Oggi analizzando i parametri Cet 1 ratio delle banche italiane, cercheremo anche di capire quali sono le banche più solide nel nostro paese, secondo una classifica di affidabilità aggiornata. Questa domanda, che continuano a porsi moltissime persone e cittadini italiani, dallo scandalo di fallimento di alcuni istituti bancari in Italia e dalla continua crisi economica senza fine è ormai un punto interrogativo che non si può più trascurare. Ecco perché oggi in questa guida e grazie a ciò che abbiamo già espresso in un precedente post: “Elenco delle banche più sicure d’Italia” cercheremo di capire esattamente quali sono le banche migliori, come funziona esattamente la solidità delle banche italiane nel 2016 e se realmente è meglio tenere nascosti i soldi sotto al materasso di casa; oppure continuare a lasciarli in gestione a questo sistema creditizio italiano.

Prima di presentare l’elenco completo e aggiornato delle banche italiane più solide; vorrei fare una panoramica veloce sull'indicatore utilizzato dagli analisti per controllare l’indice di affidabilità di un istituto. In questo caso l’indice in questione si chiama: “Cet 1 Ratio” o definito anche come: “Common Equity Tier 1”. Esso è in grado di calcolare in maniera precisa il rapporto che c’è tra il capitale della vostra banca e quello riguardante le attività svolte sul mercato economico. In questo caso come attività si intendono i prestiti personali che vengono offerti tramite contratto ai clienti, le azioni di borsa, i titoli finanziari o obbligazioni. In poche parole tutto ciò che se svolto potrebbe causare o essere un rischio per la società (in questo caso banca). Ecco che in questa guida andremo a capire come riconoscere nel dettaglio una banca con una (Tripla AAA) senza rischio o super bassissima probabilità che il credito depositato non sia più rimborsato.


Come riconoscere le banche più solide oggi: Elenco Cet 1 ratio 2016


Solidità patrimoniale secondo gli indicatori Cet 1 Ratio e Total Capital Ratio.     Fonte immagine:      www.corriere.it

Finecobank – Come ben sappiamo la Fineco fa parte del gruppo Unicredit ed avendo un team specializzato alle spalle, più un ampio network di consulenti specializzati in finanzia; ha saputo mantenere un alto tasso di solidità, pari al 20% (Cet 1 ratio). Infatti a fine anno 2015 è riuscita a raggiungere un utile di guadagno netto di oltre 150milioni di euro, per un totale complessivo di quasi 50miliardi di euro come patrimonio bancario.

Banca Mediolanum – Inserita subito tra le migliori banche presenti nel nostro paese per solidità ed affidabilità; la Mediolanum vanta di un Cet 1 ratio percentuale pari al 18%. Questo infatti fa sì che la banca sia considerata una delle più solide banche europee.

Banca Ifis – Essa si aggiudica il terzo posto con un Cet1 ratio del 15%; il tutto realizzato ed ottenuto grazie alla continua crescita e gestione dei crediti fiscali bancari, senza troppa difficoltà. Come per la banca Unicredit anche Ifis ha saputo portare il proprio patrimonio oltre i 150milioni di euro prima della fine del 2015 (raddoppiato rispetto al 2014) e in continua crescita per il 2016.

Banca Generali – Questo istituto fa parte anche di un gruppo assicurativo, specializzato in polizze e risparmio. Forse proprio grazie a questo è riuscita nel corso del tempo ad aumentare il proprio patrimonio oltre i 170milioni di euro nel corso del 2015, raggiungendo un totale complessivo di 40miliardi come patrimonio bancario. Per quanto riguarda il Cet 1 ratio ha saputo guadagnarsi, secondo i test effettuati, una media del 13% in soli 9 mesi di analisi.

IntesaSanpaolo – Gode di un indice di affidabilità patrimoniale molto alto e una solidità anch'essa elevata pari al 13%. I test di controllo sono stati fatti direttamente dalla Banca Centrale Europea, in modo da avare un’ampia grafica di contenuti riguardanti i reali paramenti della banca; la quale ha confermato che la banca è ottima e solida secondo gli standard di ricerca in Italia.

Ubi Banca – Conveniente ed unica? in molti la pensano in questo modo e sinceramente non si sbagliano, visto che secondo le analisi e alla classifica offre un Cet 1 ratio pari alla banca Sanpaolo, cioè del 13%. Anche la solidità dell’istituto per quanto riguarda il patrimonio non è da meno; infatti in soli 10 mesi ha saputo accantonare più di 165 milioni di euro come patrimonio bancario.

Unicredit Banca – Abbiamo aggiunto per ultima la Unicredit, ma non significa che sia scarsa; anzi anche lei gode di un ottimo Cet1 ratio, visto che è pari al 10%. 

Classifica di affidabilità delle migliori banche italiane piu solide


Fonte immagine:    www.corriere.it
Quindi ricapitolando nella classifica possiamo trovare: la Mediolanum con un indice patrimoniale Cet 1 ratio pari al 18,8%; l’Intesa Sanpaolo con un punteggio di affidabilità di 118 punti; Ubi Banca a quota 111; il Banco Popolare di Milano a 101 punti; la banca Credem con un punteggio affermato solido a 101; la Monte dei Paschi di Siena (arretrata per il crollo in Borsa) ferma a 85 punti; la Banca Popolare dell’Emilia Romagna anch'essa ferma a pari punti (85); la banca Carige risalita da alcuni giorni a quota 71 punti e poi anche Unicredit Banca arrivata da poco a 69 punti.

Come abbiamo potuto notare l’elenco è diverso da quello sopraelencato. Infatti all'interno della seguente classifica è stato deciso di aggiungere tutte le banca in crescita, quelle rimaste con una sicurezza sempre allo stesso livello e quelle ritenute come super solide. Per questo, se dovessimo tenere in considerazione anche gli altri parametri; ad esempio possiamo dire che: la Banca Intesa è una tra le migliori per quanto riguarda la reale solidità patrimoniale, visto che è sempre a quota 13,40% con Cet1 pari al 17% e un Total capital ratio del 14%. Subito dopo possiamo trovare la Ubi banca e la Credem con un Cet1 del 13% e il banco popolare con un Cet1 del 12%. Infine non da meno troviamo la banca Unicredit, con un Cet1 più basso pari al 10% ma pur sempre in ottime condizioni per quanto riguarda la reale affidabilità di un istituto bancario!


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).