venerdì 13 marzo 2015Ultimo Aggiornamento:

Lavorare come commessa e diventare brava

 |   | 
Ultimamente sembra che la professione come commessa, sia la più richiesta e scelta in Italia, ma come si fa a lavorare come commessa e diventare brava in poco tempo? In questa guida cercherò di spiegarvi tutto ciò che deve fare una commessa per diventare la migliore ed essere assunta ovunque senza problemi!

La prima cosa che posso consigliarvi è quella di salutare il cliente appena entra in negozio con un bel sorriso smagliante, ma al contempo cercate d’evitare di assillarlo, se non volete che vada subito via dal negozio. Questo non è un ottimo approccio, anzi è sicuramente l’inizio di una rottura; ciò che vi consiglio è di lasciare inizialmente il cliente da solo, in modo che si possa ambientare e capire singolarmente ciò che realmente gli interessa vedere. Fatto ciò, se ancora vedete il vostro cliente vagare per il negozio con un aria sbigottita, allora si, a quel punto potete intervenire e chiederle se ha bisogno di assistenza.

Le politiche dei negozi sono tutte differenti, c’è chi vuole che la commessa si metta subito in gioco con i clienti, offrendoli articoli o mostrandoli articoli in vendita (come ad esempio il Footlooker) oppure chi invece non vuole assolutamente che si interagisca con il cliente se non sono loro a chiedere informazioni (come ad esempio Zara). Secondo il mio punto di vita la politica di vendita indotta da Zara è più che giusta, in quanto permette all'acquirente di godersi il negozio e scegliere con calma ciò che più gli interessa e non avere un avvoltoio sempre piazzato sulle sue spalle! Questa non è assolutamente una critica, ma un mio punto di vista.

Lavorare come commessa e diventare brava


Dopo aver salutato e permesso al cliente di guardare la vostra merce esposta, vi potrete proporre per aiutarlo, dicendoli che siete a sua completa disposizione. Quindi una volta che si sarà affidato a voi per chiedere informazioni o dettagli sull'acquisto; allora qui, e solo qui, dovrà entrare in gioco la vostra bravura di venditrice! Una venditrice ha logicamente il compito di vendere più merce possibile, ma il tutto dovrà essere fatto, senza ingannare o stressare il cliente. Infatti se il cliente si dovesse sentire a disagio, sappiate che sarà la prima e ultima volta che lo vedrete all'interno del vostro punto vendita.

A questo proposito, il mio consiglio è quello di essere sempre voi stessi e non cercare di interpretare chi realmente non siete; altrimenti il cliente se ne accorgerà e penserà che lo stiate prendendo in giro o addirittura che non sappiate fare il vostro lavoro. Cercate sempre di ascoltare il cliente, aiutatelo s vi chiede aiuto, proponeteli indumenti, articoli o prodotti simili a quelli da lui visti e non divulgate troppo i discorsi inutili e alla fine cercate sempre di rispettare e condividere le sue scelte buone o cattive che siano.

Non essere mai impazienti di vendere e sistemare:


Uno degli aspetti più importanti da tenere in considerazione per diventare un'ottima commessa è di non avere mai fretta, qualsiasi esso sia il problema! Ad esempio, come ho precedentemente indicato, non bisogna mai mettere fretta al cliente, bisogna lasciarli i suoi spazi, farli controllare qualsiasi cosa ci sia presente in negozio e non portarlo subito alla cassa. Questo è uno sbaglio comune di molte commesse, perché pur di vendere, cercano di portare subito di fare lo scontrino all'acquirente, ma così facendo non sanno che esso, avrebbe potuto girare ancora e “molto probabilmente” acquistare qualcos'altro. Inoltre durante l’analisi degli oggetti in vendita, non sistemate subito tutto quello che il cliente metterà in disordine; questo potrebbe essere intrapreso come un gesto di scortesia, con il quale state cercando di fare di tutto per mandarlo via dal negozio (magari per fretta di chiuderlo o altro). Questa non è di certo un segno di cortesia!

Un altro aspetto importante è l’informazione del venditore, in questo caso di te che sei la “commessa” del negozio. Quindi ricordatevi di essere sempre pronti a rispondere alle domande del cliente e per farlo dovrete aver studiato le caratteristiche di tutto ciò che avete presente in negozio. Per fare ciò, vi consiglio di prendere il vostro catalogo oggetti ed effettuare delle ricerche (anche sul web va bene). In questo modo riuscirete a capire perfettamente tutti i gusti di chi avrete di fronte ed al contempo anche ciò di cui realmente ha bisogno!

Essere in grado di vendere anche il ghiaccio al Polo Nord:


Lavorare come commessa e diventare brava, non vuol dire presentarsi in negozio e stare tutto il giorno li impalata a non fare niente. Lavorare come commessa e diventare brava, significa, saper vendere senza rovinare il rapporto tra venditore e acquirente, essere in grado di vendere tutta la merce presente nello Store, essere capace di abbinare le combinazioni richieste e anche saper indicare, ascoltare e capire quello che vi sta chiedendo il vostro cliente! Un piccolo esempio che vi posso fare è l’acquisto di una borsa.

Mettiamo caso, che una donna entrando nel vostro negozio, vede una borsa che vuole assolutamente acquistare; il vostro lavoro in questo caso quale dovrebbe essere? Fare di tutto per aiutare la donna ad acquistare la borsa o proporli altro? Nessuna delle due! O meglio entrambi devono essere perfettamente collegate l’una con l’altra. In che modo? Semplice se la suddetta donna entra nel negozio con lo scopo preciso di acquistare quel tipo di borsa, vorrà dire che già in precedenza aveva le idee chiare e sapeva già che voleva quella e solo quella borsa; quindi ciò che una brava commessa dovrebbe fare è solamente consigliare un abbinamento extra, (la stessa cosa che accade con le magliette, i pantaloni o le gonne) che in questo caso potrebbe essere un portafoglio, magari della stessa marca e stesso coloro della borsa. Solo un’occasione come questa, se portata a termine, si vede la reale bravura di una commessa esperta e capace del proprio lavoro.

Infatti fare la commessa, non vuol dire solo lavorare e basta, ma significa portare a termine un’opera ben compiuta, con ottime soddisfazioni finali. Vi potrà sembrare banale, ma fidatevi che l’arte di vendere non è una cosa che possono fare tutti, bisogna avere passione, spirito d’iniziativa, bravura nel sapere comunicare con la gente, conoscere più lingue e possedere una buona parlantina (da utilizzare solo in alcune occasioni). Quindi confermo che essere una commessa, se fatto in modo corretto è leale è una ver e propria opera d’arte! Che con il passare del tempo, oltre ad offrire soddisfazioni imponenti, ci potrà anche far sempre migliorare e capire veramente cosa vuol dire essere degli ottimi venditori.

Spero che la guida vi sia piaciuta. Ho deciso di suddividerla in due parti, per non stancare troppo il lettore; quindi se siete interessati anche a capire, come affrontare le difficili fasi della vita durante un lavoro da commessa, vi consiglio di leggere=> Requisiti per una commessa + ore e contratto di lavoro. Così facendo potete sapere tutto ciò che avete sempre desiderato conoscere!


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).