domenica 9 ottobre 2016Ultimo Aggiornamento:

Tabelle assegni familiari 2017

 |   | 
Come ben sappiamo gli assegni familiari (nucleo familiare) sono contributi offerti, alle famiglie o chi si ritrova in maternità, dal proprio Comune di Residenza. Il tutto viene calcolato sulla quota del modello Isee, il quale consente allo Stato di capire le soglie economiche reddituali dei cittadini.

In questo modo lo Stato percepisce delle informazioni in merito alla nostra ricchezza annua ed al contempo consente loro di capire chi può usufruire del bonus assegni nucleo familiari e chi invece non ha i requisiti minimi per effettuare la richiesta.

Però visto che di anno in anno le regole e le soglie cambiano, subendo modifiche; è giusto sapere che anche quest’anno sono stati previsti dei cambiamenti nelle tabelle degli assegni. Tali dati potete trovarli al seguente link: “Tabelle aggiornate 2016/2017”.

Assegni familiari 2017, dove richiederli e come?


Assegni_nucleo_familiare

Gli assegni per il nucleo familiare, possono essere richiesti senza problemi da famiglie composte da un genitore e 3 figli minori; In questo caso è opportuno consegnare una certificazione adeguata che indichi l’attestazione del bambino alla propria famiglia. In questo modo si potrà verificare che il figlio sia del genitore o coniuge che ha richiesto l’assegno.

Ricordo che tale operazione può essere svolta anche durante un procedimento di affidamento e adozione antecedente alla richiesta. Quindi rimandandovi alla guida completa: Come si richiede un assegno familiare? Elenco delle categorie madri che possono fare richiesta:

  • Da madri non lavoratrici che hanno avuto da poco un figlio;
  • Da madri che non lavorano ma hanno richiesto una adozione;
  • Da madri che non hanno un lavoro ma hanno richiesto l’affidamento del figlio;
  • Da mamme lavoratrici che non sono riuscite a ricevere l’indennità di maternità Inps;
  • Da madri lavoratrici che non hanno diritto alla retribuzione durante un periodo di maternità.

Soglie modello Isee per assegni nucleo familiare


Visto che le soglie sono state modificate è giusto sapere che un assegno per il nucleo familiare del 2014/2015 era pari a 141,02 euro, nel caso il valore Isee della famiglia fosse stato pari e non maggiore a 8.538,91 euro. Per le adozioni senza affidamento, sempre in riferimento al 2014/2015, con importo pari a 338,21 euro su 5 mensilità su un totale complessivo di 1691,05 euro. Con queste circostanze il valore Isee non doveva superare i 16.921,11 euro. Scopri anche: Come calcolare valore Isee

Per quanto riguarda invece l’anno 2016/2017 le soglie Isee hanno subito nuovamente dei cambiamenti. I vari importi e limiti di reddito per gli assegni familiari sono pari a 9.555,99 euro con un contributo di 141,30 euro. Il limite per l’assegno di maternità è pari a 16.954,95 euro (offerto sempre per 5 mensilità fino al raggiungimento della quota indicata) con una tutela previdenziale di 338,89 euro al mese. Leggi anche: Come richiedere un assegno maternità

Per poter fare domanda e richiedere il modulo di partecipazione per la richiesta è obbligatorio recarsi al proprio Comune di residenza o presso l’ufficio Inps provinciale. Una volta sul posto si potranno richiedere nuove informazioni, la domanda e dettagli sula sua compilazione. A termine di tutto, per fa sì che la domanda venga accettata, dovrà essere riconsegnata presso uno degli enti appena indicati, con l’apposita documentazione compilata. Leggi tutte le notizie correlate sui vari: Uffici Inps


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).