venerdì 13 febbraio 2015Ultimo Aggiornamento:

Come richiedere gli assegni familiari

 |   | 
Gli assegni familiari, sono un sostegno economico per famiglie composte da gruppi familiari numerosi. La guida vi spiegherà come richiedere gli assegni familiari per lavoratori dipendenti e pensionati.

Partiamo dicendo che gli assegni familiari, cominciano ad avere effetto o meglio iniziano il loro provvedimento dal 1 di luglio di ogni anno e terminato alla fine di giugno dell’anno successivo. Ciò che importa alla gente e sicuramente il fatto che questo genere di sostegno una volta ricevuto lo si potrà utilizzare al 100%, visto che è esente da tutte le ritenute fiscali esistenti ed al contempo non produce nessun tipo di reddito al richiedente. Logicamente come ho preannunciato per poter richiedere ed ottenere gli assegni familiari, bisognerà soddisfare alcune caratteristiche, dove una di queste è il numero complessivo del nucleo familiare + il reddito.

Leggi anche => Nuovo modello Isee    -    Compilazione Modello Isee    -    Ultime riforme pensione

Quali criteri bisogna soddisfare per ottenere gli assegni familiari?


Per poter ottenere il contributo Inps degli assegni familiari, bisognerà calcolare la somma dei propri redditi, e se quest’ultima non supera il 70% del reddito totale complessivo di tutti i componenti presenti in famiglia, allora sarà possibile riceverlo senza problemi. Ciò che bisogna ricordare è che l’assegno familiare, non può essere richiesto da tutti i membri della famiglia, ma da solo da coloro che ne sono a carico. Una volta accettato, il pagamento sarà aggiunto alla busta paga del lavoratore (i lavoratori dovranno fare richiesta al proprio datore di lavoro, attraverso il modulo sotto indicato…) o alla pensione del pensionato.

Quali sono i componenti familiari che ne fanno parte?


  • Il coniuge, se non è realmente separato in modo legale dalla moglie/marito.
  • Il coniuge, anche se separato, l’importante che sia mantenuto dal suo compagno, avente una pensione attiva, a carico dei lavoratori autonomi.
  • Il richiedente dell’assegno
  • I figli o bambini uguali, facenti parte delle stesso gruppo, anche se non conviventi di età minore a 18 anni.
  • I figli inabili o non propensi a svolgere un lavoro, che di fatto si trovano impossibilitati a lavorare per colpa di un problema fisico o mentale. Il limite non ha età…
  • I figli studenti, aventi un età tra i 18 e 21 anni, sono considerati uguali ai figli minori; l’importante è che in famiglia ci siano 3 o più figli a carico con un età inferiore ai 26 anni.
  • I figli universitari, aventi fino a 26 anni, facenti parte nel limite di un corso di laurea legale; saranno equiparati ai figli minori, come per i figli studenti tra i 18 e i 21 anni di età. 
  • I genitori, i nonni, parenti che si trovano in linea di successione genitoriale rispetto alla persona di riferimento, sanno equiparati a patto che il richiedente sia un piccolo coltivatore diretto.
  • Infine anche i familiari dei cittadini stranieri; l’importante che siano residenti nei paesi convenzionati per via internazionale a riguardo delle famiglie e dei loro trattamenti interni.

Tutti i gruppi, persone e richiedenti, appena indicati fanno parte del nucleo familiare, anche se non conviventi fisicamente con il richiedente e non sono a carico di esso. Potrebbe capitare che l’Inps per erogare gli assegni familiari richiesti, voglia eseguire un controllo. Quindi in caso l’analisi del nucleo e l’autorizzazione, siano approvate da parte dell’istituto Nazionale di Previdenza Sociale, sarà possibile ricevere il compenso.

Come funziona la richiesta?


Basta scaricare il seguente modulo => "Modulo Anf 42 - Cod SR03 per assegno familiare" previa autorizzazione, compilarlo e portarlo all'INPS. Fatto ciò loro consegneranno al richiedente il foglio: "Anf 43", che sarà valido 5 anni. Ad esso si dovrà allegare una copia della richiesta degli assegni familiari che consegnerai al tuo datore di lavoro. Una volta compilato e siglato anche il secondo documento, lo si dovrà consegnare al proprio datore di lavoro per avviare la procedura pratica di richiesta dell’assegno familiare.

Tabelle - Importi assegni familiari + elenco completo delle circolari sui limiti di reddito:


Come richiedere assegni familiari ANF quote + tabelle moduli e domanda
Come richiedere gli assegni familiari (Guida + Elenco moduli)
Come ben sappiamo ogni anno l’INPS provvedere ad aggiornare le tabelle riguardanti gli importi totali da erogare alle famiglie (importi riguardanti gli assegni familiari); in più pubblica una lista delle circolari da scaricare (che riguardano sia il nucleo familiare che i beneficiari), rappresentanti i limiti di reddito in base al tipo di assegno familiare che può essere ricevuto.

Ricordo che esistono due fasce di reddito permesse per la ricezione degli assegni familiari. Dove nel 1° caso, se si dovesse superare la soglia indicata, si procederà ad una riduzione del contributo; mentre se si dovesse superare anche nel 2° caso il limite di reddito assegnato, ci sarà il completo blocco dell’erogazione. Come potete vedere di seguito ho creato un elenco completo di tutte le tabelle, dei documenti, dei moduli e delle circolati esistenti.

Elenco circolari per gli assegni per nucleo familiare:



Download modulo SR16 – per lavoratori dipendenti, dev'essere consegnato al datore di lavoro:


Download modulo SR32 – per lavoratori titolari previdenziali, da consegnare all'INPS:


Download modulo SR27 – per lavoratori parasubordinati, da consegnare all'INPS:


Download moduli (AP01 - AP02) per anziani e pensionati, si consegna all'INPS:



Download modulo SS3 – certificato medico di parte, da consegnare all'INPS:



Come richiedere gli assegni familiari – fare domanda per riceverli:


Per presentare la domanda telematicamente bisognerà utilizzare i canali qui proposti, che sono: sul web (via internet), il call Center e i Patronati. Inoltre, nel caso si dovesse presentare una domanda e ricevere l’attivazione dopo l’insorgenza dei problemi, si potranno ricevere gli arretrarti nel limite di 5 anni (periodo massimo di copertura) per proprio diritto. Ecco l'elenco completo dei canali telematici:

  • Via internet sul Web – Per poter ricevere ed inviare tutta la documentazione via internet, bisognerà registrarsi al portale INPS e richiedere il Pin di attivazione <= "con questa guida" (senza il Pin, sarà impossibile accedere alla vostra area riservate ed inviare i moduli) per i servizi telematici del cittadino. Fatto ciò bisognerà cliccare sulla voce: “Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito” e cliccare su invia. Si riceverà una risposta nel giro di qualche ora o massimo 1/2 giorni lavorativi.
  • Tramite il Call Center – Dal seguente servizio si potrà esclusivamente fare la domanda di richiesta nel caso non si avesse il modulo stampato a casa o scaricato. Oltre a questo potrete richiedere informazioni e dettagli in merito alle novità riguardanti gli assegni familiari. I numeri di telefono sono:

(Numero verde 803.164 gratuito rete fissa)    -    (numero a pagamento 06.16.41.64 rete mobile)

  • Infine si potrà fare domanda anche mediante i Patronati; il tutto attraverso i servizi telematici da loro indicati.

Quindi, gli assegni familiari verranno inviati ai richiedenti direttamente dall'ente INPS e nel caso ci fosse una variazione di reddito nel proprio nucleo familiare, ricordatevi di comunicarlo subito! Questo passaggio vi permetterà di mantenere il ricevimento degli assegni attivo e nel caso vi fosse stato bloccato e il vostro reddito sia nuovamente sceso, si potrà presentare nuovamente il modello reddituale (RED) e richiedere ancora una volta l’attivazione del servizio per gli assegni familiari.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).