mercoledì 3 gennaio 2018Ultimo Aggiornamento:

Modello anatocismo bancario: Lettera ricorso

 |   | 
Download modello anatocismo bancario, più lettera di ricorso e domanda di rimborso anatocismo. Significato e moduli completi per la banca.
Quando si esige ottenere un rimborso degli interessi bancari usurari è buona norma sapere cos'è l’anatocismo bancario, come utilizzare il modello e/o lettera di rimborso per essere risarciti in caso di usura. In questo caso l'anatocismo bancario è la generazione di interessi (secondo un processo bancario di trasformazione del risparmio in capitale) che provengono da altri interessi, i quali sono solitamente dovuti dal cliente alla banca.

Logicamente secondo le nuove regole di Stato è assolutamente vietato produrre interessi su interessi “scaduti o non saldati” qualsiasi esso sia il capitale. Ma come avviene l’anatocismo bancario? Praticamente il tutto si verifica quando ci si trova davanti a degli interessi composti. In poche parole avviene quando si applica un calcolo degli interessi attivi su un conto deposito a rendimento. Oppure quando si ha un calcolo degli interessi passivi su un mutuo casa o qualsiasi altro genere di finanziamento.


Anatocismo Bancario: modello e ricorso


/modello-anatocismo-bancario


Per avere un quadro più dettagliato in riferimento all'anatocismo, si può consultare il post offerto dalla Banca d’Italia, il quale offre:



Giustamente invece, le regole rimango identiche per quanto riguarda gli interessi di mora. Questo genere di interessi moratori si attivano in modo automatico dopo pochi giorni, se non si pagano le rate del mutuo o non si saldano le fatture mensili di un determinato prodotto. Praticamente se il mutuatario, ad esempio, non paga quanto indicato sul contratto alla scadenza prefissata, scatta una multa o una maggiorazione di interessi, in modo da incentivare il debitore a versare subito la quota prevista.

Ecco perché oggi in questa guida noi di salvadanaio.info, abbiamo deciso di spiegare brevemente cos'è l’anatocismo e anche come scaricare il modello anatocismo bancario online in modo da inviare una lettera di rimborso alla banca e recuperare così i soldi versati negli anni. 


Domanda di rimborso Anatocismo, cosa serve?


Dopo aver spiegato in breve il significato di anatocismo bancario, adesso cercheremo di capire come fare la domanda di rimborso degli interessi usurari sul mutuo. Di seguito si avrà modo di scaricare tutta la documentazione necessaria, che riguarda principalmente: il modello fac-simile, la lettera di diffida e il modulo di rimborso. Oltre a questo si dovranno possedere a portata di mano anche il contratto bancario firmato per l’accensione del mutuo e la copia di tutti gli estratti conti riguardanti il prodotto ed avvenuti nel tempo. Lista dei documenti necessari per la richiesta:


Se non si possiedono tali documenti, non c’è bisogno di allarmarsi, basta fare una richiesta (a pagamento) al proprio istituto per riceverli immediatamente. Il prezzo per il rilascio dei documenti non costa poco, visto che di solito è circa 10 euro a foglio. Per questo motivo noi di salvadanaio.info, consigliamo sempre di informarsi bene sui costi e il numero di fogli (calcolate che si dovranno richiedere gli estratti conto per un archivio a volte anche di 10 anni), prima di procedere alla richiesta di rilascio.

Vi diciamo questo, perchè altrimenti alla fine vi ritroverete a versare una spesa abbastanza notevole alla banca e visto che il compito di questa operazione e ricavare soldi, non pensiamo sia necessario spenderne altri. Fatto ciò si potrà procedere all'invio dei documenti o consegnarli direttamente allo sportello.

Oltre a questo nella lettera è obbligatorio indicare come si andranno a pagare le commissioni sui fogli richiesti. Le opzioni in questo caso sono due, tramite IBAN o mediante un pagamento presso lo sportello.

Risposta della banca sul modulo di rimborso


Una volta eseguito il tutto, la banca dovrà provvedere a dare una risposta entro un massimo di novanta giorni dall'invio o consegna della lettera. Inoltre è giusto ricordare che la banca deve per legge conservare i documenti di ogni mutuatario o correntista per almeno 10 anni e per questo se si dovessero necessitare documenti antecedenti a tale data sarà impossibile recuperarli.

Infine come ultimo consiglio sarebbe opportuno, in caso si dovesse richiedere un ritorno di grandi cifre, richiedere la consulenza di un contabile professionista, di un commercialista e di un’associazione per la difesa dei consumatori, in modo da avere un resoconto finale sicuro e dettagliato degli interessi che la banca dovrà rimborsare.

Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).