sabato 9 gennaio 2016Ultimo Aggiornamento:

Differenza tra leasing e locazione (affitto)

 |   | 
Oggi abbiamo deciso di rispondere alla domanda di Francesco, che alcuni giorni fa ci ha chiesto: qual è la differenza tra leasing e locazione immobiliare? In questo caso noi di “Salvadanaioinfo” abbiamo risposto alla sua domanda in maniera semplice e veloce, così da permettere a tutti di capire la reale differenza tra leasing immobiliare e affitto immobiliare durante la stipula di un contratto.

Per cercare di sintetizzare il più possibile possiamo affermare che nella locazione il proprietario concede all'inquilino la possibilità di vivere nella sua casa per un certo periodo di tempo in cambio di un pagamento fisso mensile. Grazie a questo pagamento l’affittuario potrà godere pienamente dell’abitazione senza esserne proprietario e senza avere problemi con la banca come avviene quando si decide di accendere un mutuo casa per diversi anni.

Differenza tra leasing e locazione immobiliare 2016


Per quanto riguarda invece il leasing immobiliare le differenze ci sono, (anche se in molti rapporti esistono si trovano delle somiglianze) e adesso ve le indichiamo. Comunque sia quando si stipula un contratto di leasing 2016 tra concedente e utilizzatore è necessario tenere in considerazione che il concedente in questo caso è completamente disinteressato alla casa che vi sta offrendo in questo lui non è proprietario. Questa figura infatti svolge solo l’incarico di funzionario “intermediario” per assecondare le necessità del futuro utilizzatore. Mentre come abbiamo visto precedentemente, in caso di affitto da privato, il bene immobiliare offerto ha un interesse primario per il locatore, visto che cerca in tutti i modi di portarsi a casa uno stipendio extra.

differenza-tra-leasing-e-locazione
Info e differenze tra Leasing 2016 e affitto immobialiare
Un’altra grande differenza tra leasing e locazione e che chi decide di attivare un contratto immobiliare in leasing potrà a fine “affitto” richiedere il possesso della casa, tramite acquisto diretto. Questo passaggio permette al locatore di rimanere nella stessa casa scelta, semplicemente saldando la corrispettiva quota rimanente. L’utilizzatore però ricordiamo che non è obbligato a rimanere o ad acquistare la casa; però al contempo si dovrà assume i rischi correlati, che riguardano: lo stato della casa alla consegna, il deterioramento dell’immobile, evizione della casa (se l’inquilino rivendica il diritto di proprietà) e le responsabilità aggiunte nelle clausole di contratto. Oltre a questo è giusto ricordare che l’utilizzatore potrà pagare un canone avente all'interno del prezzo anche il costo di una parte della casa, in modo che al termine degli anni prestabiliti si potrà dare inizio alle pratiche di acquisto casa.

Altre differenze tra contratto leasing e affitto casa (canoni e leggi)


Nella locazione invece come ben sappiamo, chi ci abita deve pagare solo i canoni imposti dalla legge per utilizzare del bene. Il tutto senza doversi assumere rischi sulla proprietà della casa in affitto o altro. Ecco perché prima di scegliere tra leasing e locazione è necessario valutare bene come comportarsi. Nel contratto di leasing ricordatevi che non si possono richiedere le leggi imposte per la locazione delle case urbane; ma bisogna seguire le regole imposte dalla banca, finanziaria o ente a voi collegato. Comunque sia, per chi volesse un consiglio, noi di Salvadanaio consideriamo le operazioni di leasing immobiliare un ottima opportunità per tutti coloro che vogliono investire in una casa senza spendere soldi subito, ma semplicemente versando un piccolo contributo al mese per saldare poi la quota rimanente solo a fine contratto!


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).