sabato 3 gennaio 2015Ultimo Aggiornamento:

Come fare un mutuo per la casa e scegliere il migliore

 |   | 
La scelta del mutuo casa non è mai semplice, soprattutto se ciò che stiamo andando a pagare è veramente costoso. Fare un mutuo per la casa e scegliere il migliore in base alle proprie esigenze, a questo punto potrebbe essere la scelta più logica, visto che andremo a createci un mutuo su misura adatto al qualsiasi tipologia di richiesta e liquidità.

Una volta trovata la nostra casa dei nostri sogni, cercherò di fare il possibile per non farcela scappare, anche se una volta visto il prezzo, i tassi degli interessi e le spese del mutuo… qualche piccolo ripensamento ci passa per la testa. Comunque sia in questa guida cercherò di illustravi le migliori tipologie, per fare un mutuo per la casa su misura e alla optare per la scelta migliore presente sul mercato finanziario italiano.

Iniziamo dal principio, spiegando cosa bisogna fare per poter ottenere un mutuo dalla banca. Come prima cosa è necessario entrare in possesso del documento di vendita, indicato anche come: “compromesso immobiliare” o “atto di vendita”. Detto e fatto ciò si dovrà contattare un notaio, per segnalare l’acquisto della casa, che verrà gestito mediate “atto notarile”. Grazie a questo passaggio inizierà il vero e proprio rogito notarile o compravendita della casa. Questo passaggi sono essenziali per la banca, se volete richiedere l’attivazione di un mutuo per la casa.


Come ottenere un mutuo per la casa e scegliere il migliore:


La prima cosa da fare è informare la banca del mutuo che volete accendere, indicandoli tutti i parametri possibili, al fine che la vostra proposta venga accettata. Logicamente tutti i campi dovranno essere compilati correttamente, dovranno essere segnalate le giuste indicazioni, spese e costi; dopo tutto questo la banca verificherà esattamente se l’attivazione del mutuo è fattibile oppure no… Nel documento da compilare, troverete:
  • Che tipo di occupazione hai attualmente?
  • Quanti anni di lavoro hai di anzianità?
  • Sei un lavoratore dipendente con busta paga?
  • Se un lavoratore autonomo?
  • Possiedi qualche debito non saldato attualmente?
  • Quanto vale la casa per la quale volete accendere il mutuo?
  • Ci descriva la sua casa che intende acquistare tramite mutuo…
  • A quanto ammonta la superficie totale dell’immobile?
  • Qual è il periodo di costruzione e che tipo di Classe rappresenta?
  • Quant'è il numero di piani e spazio esterno della casa?
  • A quanto ammonta il suo reddito mensile?
  • A quanto ammonta il suo reddito annuo?

Come potete vedere questi sono i dati di cui una banca ha bisogno (non sono stati elencati tutti, visto che dipende molto da banche a banche) per capire se accettare la vostra richiesta di mutuo, oppure respingerla. Oltre a tutto questo bisogna tenere in considerazione anche altre cose, come ad esempio: sei da solo a pagare il mutuo o lo dividi con la tua compagna? Questo aspetto andrebbe a sommare i redditi totali dei richiedenti e la loro età, visto che per la banca siete registrati come coppia.


Aprire un mutuo casa


Aprire un mutuo casa può essere un operazione davvero semplice, dopo aver indicato alla banca tutti i dati necessari per procedere alla stipula del contratto. L’unico problema riguarda soprattutto l’aiuto che la banca ci possa offrire. Infatti non possiamo chiedergli in tutti i modi di venirci incontro ed aiutarci a scegliere il migliore mutuo, visto le nostre “probabili e alte” esigenze; solo che non è detto che essa ci aiuti. Logicamente noi consumatori e mutuatari, dovremmo fare di tutto per convincere la banca ad offrirci il mutuo migliore, magari anche a basso costo. Per fare questo il mio consiglio è quello di iniziare a mostrare alla banca i vari preventivi che avete in mano (molto probabilmente consegnatevi da altre banche) cosi che essa possa farsi un idea e capire se realmente potrà presentarvi un offerta durante la richiesta di mutuo oppure no. Oltre a questo analizzate bene anche tutto ciò che ogni volta viene scritto ed indicato nel contratto, visto che può capire di trovare qualche clausola strana o non giustamente indicata sul "Rimborso del Mutuo". Ponete più domande possibile al vostro consulente bancario, analizzate i tipi di tassi di interesse del mutuo e calcolare esattamente la rata del finanziamento.


Come scegliere il migliore mutuo per la casa :


Da questo link sotto-indicato, avrete modo di consultare tutte le tipologie di mutuo esistenti e scegliere quello che desiderate, risparmiando davvero tanti soldi. Come potete vedere ho decido di inserire il link della migliore compagnia attualmente presente sul web, per la ricerca e comparazione dei mutui casa; infatti eseguendo una ricerca tramite questo portale, avrete modo di consultare il vostro mutuo in più di 50 banche italiane e scegliere quello migliore presente sul mercato:

Migliori mutui per la casa
Clicca su confronta per essere reindirizzato alla compagnia di mutuionline.it e fare un mutuo per la casa su misura

Una volta scelto e stampati i vari preventivi, potrete iniziare a fare il vostro mutuo, consultando le varie banche o la vostra banca, chiedendo un ulteriori sconto.

Come fare un mutuo per la casa


Seguendo tutto ciò che è stato indicato precedentemente, avrete in mano molti documenti per andare a crearvi voi stessi il mutuo migliore. In che senso? Semplice, basta analizzare i vari preventivi (è sempre opportuno avere almeno 10/15 preventivi differenti), so che è una scocciatura, ma oltre a farvi trovare la migliore banca con sto di gestione bassi, potrà anche farvi trovare il migliore mutuo a basso costo. Con questi dati inoltre avrete modo di contattare la banca desiderata a chiedere uno sconto, se vuole che continuiamo a collaborare con lei. In molti casi la banca accetterà la vostra proposta! Oltre a tutto questo controllate sempre anche i tassi di interessi applicati (ne esistono di diversi) visto che possono essere: fissi, variabili e misti. Adesso come adesso è sempre più richiesto il tasso fisso, perché garantisce un mutuo avente sempre la stessa cifra da pagare, senza abbassamenti o rialzamenti di mercato. Infine contrattate anche sul piano di ammortamento del mutuo casa, il quale è un aspetto fondamentale del contratto, che vi terrà legati alla suddetta banca, per 10, 20, 30 0 40 anni (è vero che si può sempre ritrattare il tutto con l’anticipo delle rate, ma è meglio avere le idee chiare fin da subito) e più gli anni aumenti, più i tassi aumentano e più le spese da pagare sono elevate.


Dati e chiarimenti della banca richiesti nella documentazione del mutuo:


Infine la banca si metterà in contatto con voi, presentandovi un nuovo documento definitivo da compilare, per valutare effettivamente se concedervi il mutuo ed accettare le vostre proposte. Tutto ciò è seguito da una stima finanziaria della casa, messa in atto dalla banca (da un esperto nel settore) per verificare esattamente il valore dell’immobile, la classe energetica della casa e la valutazione tecnica finale. Se tutto andrà bene la banca firmerà anch'essa per il rilascio del mutuo casa. Dati richiesti durante la compilazione dell’ultimo modulo bancario:

  • Nome del richiedente e futuro mutuatario.
  • Certificato di nascita dell’intestatario.
  • Certificato civile valido o attestato di matrimonio.
  • Notazioni e clausole da indicare alla banca sull'eventuale separazione dei beni.
  • Presentazione dell’atto di separazione in caso ci fosse una separazione dei beni.
  • Compromesso immobiliare legale per l’acquisto della casa desiderata.
  • Indicazione dei vari diritti e condoni (presentazione dei documenti).
  • Documento controfirmato in caso di successione dell’immobile. 
  • Allegare la planimetria totale della casa
  • Allegare eventuali spazi annessi, come: garage, cantine, mansarde e depositi.

Firma del richiedente, notaio, istruttoria e stipula del contratto:


Questo è il passo conclusivo per poter finalmente entrare a vivere nella nostra nuova case e possedere un mutuo agevolato. Ricordatevi di controllare con scrupolosità l’istruttoria, visto che i suoi tempi di attesa non per niente leggeri (possono variare da un minimo di 15 giorni ad un massimo di 2 mesi, tutto dipende da come avete compilato il modulo di richiesta del mutuo), anzi tante volte le tempistiche di risposta da parte della banca, sono davvero lunghe. Come ho indicato precedentemente, ti consiglio di scegliere un periodo di ammortamento medio alto e magari indicare alla banca che in futuro potresti optare per un estinzione anticipata del finanziamento; questo, ti garantirà di pagare magri more o spese in più in futuro.


Dopo avere eseguito tutti passaggi si può passare alla firma del contratto da parte vostra, della banca e del notaio, che mediate la sua sigla, confermerà a pieni voti l’effettiva accensione del mutuo casa e della stipula di contratto!


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).