venerdì 31 ottobre 2014Ultimo Aggiornamento:

Nuovo modello 730 precompilato confermato

 |   | 
Il nuovo modello 730 precompilato è finalmente stato ufficializzato e grazie a questa nuova possibilità di gestire la dichiarazione dei redditi, tutto in futuro sarà più semplice e veloce.

Quindi già dall'inizio del 2015 oltre trenta milioni di italiani riceveranno a casa il modello 730 per la dichiarazione dei redditi precompilato. Questo significa più lavoro per l'amministrazione pubblica e meno lavoro e documenti da compilare per i cittadini. La raccolta dei dati verrà organizzata direttamente dallo Stato, che provvederà poi a spedire mediante casella postale, il nuovo 730; il tutto seguendo anche le ultime leggi riguardanti la scadenza. Al contribuente alla fine dei conti, basterà semplicemente controllare se i dati prescritti sul documento siano corretti, aggiungere quelli mancanti e consegnare la dichiarazione dei redditi completata.

Dichiarazione dei redditi precompilata e nuovo 730

Dopo un primo rifiuto da parte del parlamento, il 730 adesso e in futuro diventerà realtà; anche se per l'agenzia delle entrate il tutto sarà attivo e realmente funzionalmente, molto probabilmente tra un paio di anni di duro e lungo lavoro. Sicuramente il lavoro sarà impegnativo, visto che bisognerà scavare a fondo per analizzare i dati di tutti i contribuenti; inoltre anche i dati riguardanti il fisco cambieranno e andranno ad incidere in modo diverso e sicuramente più significativo.


Cosa cambia esattamente e perché ?


Sempre i cittadini hanno dovuto compilare da soli la dichiarazione dei redditi, oppure rivolgersi al commercialista per poter calcolare i dati fiscali di fine anno; ecco adesso il procedimento verrà invertito o meglio l'Italia cercherà di mettersi al passo con il tempo e seguire il resto dei paesi in Europa. Per molti la scelta sarà difficile, visto nel bel paese vige un sistema di detrazioni e un regime fiscale che non è per niente semplice.

Cambierà l'agevolazione nel reperire dati da parte del fisco e dell'agenzia delle entrate, analizzando dove e come il cittadino spende i propri soldi, dove li versa e in che modo quest'ultimi vengono incassati; questo potrebbe portare disagi, ma permetterà di creare un modello 730 precompilato per la gestione dei redditi in modo intuitivo, eliminando un'assistenza fiscale, come i commercialisti o Caf.


Caf, commercialisti e modello 730

Cambia anche il ruolo dei Caf e dei commercialisti, in quanto saranno assoggettati ad eventuali incongruenze senza più rivolgersi unicamente al cittadino. Esso sarà comunque soggetto a sanzioni se, da accurate verifiche, risulterà sua la colpa di aver fornito documentazione errata o dati incorretti. In assenza di colpa ma per mancanza di documentazione, invece, sia i Caf che i commercialisti avranno 60 giorni di tempo per presentare in via telematica tutti i documenti richiesti all'Agenzia delle Entrate e pagare eventualmente le somme richieste. Il modello 730 verrà reso disponibile fino al 15 aprile; data ultima per la presentazione del modello via telematica. Online ogni contribuente avrà quindi la possibilità di cambiare e sostituire i dati già presenti nel modello precompilato e comunicare il tutto alla propria Agenzia delle Entrate. A partire dall'anno 2016, invece, si utilizzeranno i dati della propria tessera sanitaria. Questo modello potrà essere inoltrato direttamente al proprio commercialista, semplicemente attraverso la compilazione di una delega.



Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).