domenica 2 novembre 2014Ultimo Aggiornamento:

6000 euro cessione fiditalia - debiti, rifiuti e pratiche da svolgere

 |   | 
Oggi vorrei sottoporre un articolo in domanda, per aiutare chi ha un debito o cessione con Fiditalia. Ciò che in questi giorni ci è stato chiesto da parte di un nostro utente è un consiglio su come risolvere dei problemi con la Fiditalia in merito ad un contratto di 6000 euro per cessione del quinto.

Ecco ciò che ci spiega il ragazzo in questione - DOMANDA:

Circa un paio di anni fa mio padre ci ha lasciato e da quando lui è andato via, il resto della famiglia si è ritrovata con circa 30 mila euro di debiti da pagare senza saperlo. Dove varie analisi e decisioni, siamo riusciti a pagare circa 20mila euro grazie alla cessione del quinto di mia madre; infatti attualmente ci rimangono solo 10mila euro da restituire e per i quali abbiamo optato l’aiuto di una finanziaria, alla quale attualmente stiamo restituendo sui 200 euro al mese, mediante rate.

Ora a distanza di 2 anno ed oltre al danno anche la beffa, ci arriva una telefonata da parte della Fiditalia, la quale ci comunica che abbiamo un debito con loro di circa 6000 euro per via di una carta revolving attivata anni fa (carta in possesso di mio padre, prima della sua morte). Comunque, Fiditalia ci comunica che è quasi un anno che non paghiamo, anche se noi avevamo chiuso il conto corrente e conto deposito di mio padre a tempo debito. Quello che non mi quadra è stato il fatto di non aver mai ricevuto una lettera, anche se loro ammettono di averne inviate diverse al nostro indirizzo e che la colpa potrebbe essere delle poste italiane.

Dopo vari rifiuti, visto che come ho già indicato non ne sapevamo assolutamente nulla, la Fiditalia, decide di mandarci un signore a casa nostra che fa parte di una società di recupero crediti. Anche se non si fa, perché noi non avevamo nessuna colpa e molto probabilmente potevamo aver ragione; abbiamo deciso di trattare il prezzo da loro richiesto cercando di abbassarlo in tutti i modi (volevamo pagarlo, perché non volevamo avere più problemi e non potevamo permetterceli visto la nostra grave situazione economica e famigliare). All'inizio delle trattative ci avevo chiesto:


  • Come prima opzione di pagare mediante cambiali, ma questa opzione abbiamo deciso di eliminarla subito.
  • Come seconda opzione ci propone un saldo a stralcio sui 3700/ 3600 euro (offerta che stavamo valutando) 

Problemi in corso con Fiditalia - segui le linee guida
Qualche giorno dopo decidemmo di contattarli proponendoli un pagamento tramite bonifici, suddivisi in tre saldi da 1000 euro l’uno per un totale di 3.000 euro. Questa nostra proposta viene rifiutata senza neanche darci spiegazione e allo stesso tempo ci ricontatta Fiditalia, dicendoci che stiamo andando troppo per le lunghe. Noi spieghiamo la situazione, ecc… ma loro senza sentire scuse ci dicono che vogliono un totale di 4.100 euro suddiviso in 2 assegni, uno prima della fine del mese e una a scadenza del mese successivo.

Vi devo dire la verità ci sono rimasto davvero male, visto che ci hanno anche chiuso il telefono in faccia senza darmi modo di poter ribattere.

La situazione è davvero disperata e mi sto rivolgendo al web, per cercare di capire come procedere per poter pagare tutto e allo stesso tempo risolvere le cose; io attualmente sono senza lavoro e quindi sono a carico di mia madre che purtroppo avendo solo la pensione con cessione del quinto (e con le rate da 200 euro da pagare, che ho spiegato in precedenza) a fine mese non rimane molto tra mangiare spese della casa e altro.

Le domande sono le seguenti:
  • Cosa succede se non troviamo un accordo? Io attualmente non voglio pagare una somma di 4.100 euro, visto che all'inizio mi avevamo chiesto 3.700/3.600 euro.
  • Inoltre la pratica dite che ritornerà indietro a Fiditalia?

RISPOSTA: Si per quanto riguarda la pratica, ritorna indietro a Fiditalia e questo ti permetterà di essere nuovamente ricontattato. Potresti tirarla avanti per le lunghe, in alcuni vecchi casi, ci sono stati clienti che portando avanti la pratica per parecchio tempo sono alla fine riusciti a trovare un accordo e far accettare Fiditalia le proprie idee ed intenzioni. Oltre a questo secondo me dopo 2 anni di blocco, penso che non sia più la Fiditalia a gestire la cosa, ma appunto una società di recupero crediti; (come da te precedentemente indicato) inoltre se come hai detto è vero, cioè che in questi 2 anni, non si sono mai fatti sentire e non hanno inviato nessuna lettera di comunicazione, indicando i problemi e la somma da pagare. Alla prossima telefonata parla in modo chiaro e deciso, dicendoli di inviarti tutta la documentazione passata prevista dalla legge.

Ti ricordo che la documentazione riguarda:


Una copia della raccomandata di decadenza del beneficio del termine, una copia della raccomandata per la messa in mora e una documentazione che attesta esattamente che realmente loro sono i creditori di questa somma che ti stanno richiedendo (te lo dico perché ci sono stati parecchi casi di furto)

Un altro consiglio che ti possono dare e d’intraprendere delle azioni legali, nel caso non volessero collaborare, ricordati che ne hai il pieno diritto; poi dipendo tutto da te, se vuoi liberarti subito del problema, come diceva tua madre, potresti anche offrirli una semplice cifra di 1.500/1.000 euro, con la clausola di prendere o lasciare. Almeno in questo modo vedi come reagiscono e cosa hanno in mente.

Logicamente prima di fare tutto ciò cerca in modo corretto di aspettare la documentazione e poi se vuoi andare avanti con la pratica, perché pensi di aver ragione e che non sia giusto pagare, puoi anche andare d’avanti ad un giudici, tanto nel peggiore dei casi, c’è sempre tempo per pagare e perché darla vinta a loro se tu sei consapevole che hai operato correttamente nel corso degli anni?

Spero di essere stato d’aiuto e di aver chiarito qualche tuo dubbio.

Se stai leggendo questo post e vorresti offrire aiuto o sai come risolvere al meglio il problema, ti chiediamo di inserire un commento; in questo modo potrai aiutare questo ragazzo e al contempo offrire aiuto a tutti coloro che stanno avendo attualmente gli stessi problemi…


2 commenti:

  1. Cavolo secondo me dovresti ribellarti e far capire che hanno torto, come si permettono a mandare dei tizi a casa di RECUPERO CREDITI in quel modo! mi sembra di essere in un covo di strozzini...

    Cmq cerca di far capire le tue ragioni e si come dice Marco hai tempo per pagare (se hai torto) invece se pensi che tu sia nel giusto è meglio combattere e dimostrarli che sei una persona onesta!

    Spero tu possa risolvere il tuo problema risanare i tuoi debiti e cercare anche di far respirare un attimo tua madre.

    RispondiElimina
  2. innanzitutto con le nuove regole sulla privacy non può presentarsi nessuno a casa tua a riscuotere se non preventivamente accordato.Puoi denunciarli quando vuoi.Secondo concordo con chi ha scritto che devi pretendere tutta la documentazione e poi ti rivolgi all'ufficio preposto per i Diritti dei Cittadini per valutare la procedura da seguire.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).