domenica 31 agosto 2014Ultimo Aggiornamento:

Cessione del Quinto dello stipendio o pensione, ma perché conviene?

 |   | 
Per cessione del quinto in Italia si intende modalità di restituzione del prestito senza rischio. La cessione del quinto è una tipologia di prestito personale non finalizzato (ciò vi permettere di utilizzare il prestito per qualsiasi cosa) che consente a chi lo richiede di estinguere il suo debito utilizzando le quote del proprio stipendio o pensione.

Inoltre, chi richiede questo prestito non può assolutamente superare la quota di 1/5 dallo stipendio o salario mensile; che in questo caso è indicato con il 20%.

Per accedere alla cessione del quinto dello stipendio e richiedere il prestito, bisogna essere:

  • Ex dipendenti di enti previdenziali – Pensionati Inps e Inpdap (possono richiedere la cessione del quinto anche i pensionati, basta che la scadenza non superi il 90esimo anno d’età. In molti casi i pensionati, vengono limitati anche a chiudere tutto entro l'85esimo anno d’età, così da ridurre i rischi in caso di una mancanza improvvisa. Ma per chi non lo sapesse, avvalendosi della vecchia “e cara” Inpdap è possibile fare un ricorso, il quale consentirebbe ai pensionati di portare avanti il prestito fino al 95esimo anno d’età)
  • Dipendenti pubblici, dello Stato o para-statali
  • Dipendenti di aziende o ditte privati (sempre secondo le norme e le decisioni imposte dalla banca; infatti quest’ultima potrà decidere se erogare il prestito oppure no. Per fa sì che alle aziende venga concesso il prestito per la cessione del quinto è opportuno che il richiedente non abbia precedenti penali, a quanto ammonta il capitale sociale, quanti dipendenti sono assunti, se in passato “la ditta” è già stata scelta per ottenere cessioni da concedere ai dipendenti è come ultimo tassello, avviene la verifica su quanto l’azienda sia puntale nei pagamenti. Fattore determinante.)
  • Dipendenti a tempo indeterminato, con un contratto che viaggia in parallelo con il prestito richiesto (in questo modo alla scadenza del contratto scadrà anche il prestito)
  • Dipendenti pubblici a tempo indeterminato.

Leggi anche:

Cessione del Quinto – Rate, Tassi di interesse, caratteristiche e sicurezze:


Comunque sia, ricordiamo che il numero minimo di rate per la cessione del quinto è pari a 2 anni, mentre la durata massima arriva fino a 10 anni. Per quanto riguarda invece i tassi di interesse, possiamo confermare che sono davvero ottimo, visto che in questo caso, per via della cessione viene tutto garantito dalla pensione che si riceve o dal posto di lavoro a tempo indeterminato che si possiede. Ogni volta che si giunge alla fine del mese, non bisognerà preoccuparsi di nulla, perché il rimborso in questo caso avviene automaticamente mediante una trattenuta di denaro dal proprio stipendio o dalla pensione, con il fine di pagare le rate in corso (questa misura di sicurezza, consente alla banca di ricevere sempre i soldi, senza mai problemi e al debitore di restituire sempre tutto, visto che non può revocare la domanda di pagamento).

Ma come avvengono i pagamenti e perché conviene?


Conviene, perché grazie alla cessione 1/5, non bisogna mai offrire garanzie alla banca e non bisogna neanche ipotecare la propria casa, avere garanti o pegni. Inoltre tutti i pagamenti saranno automatici, perché a pensarci sarà proprio il vostro datore di lavoro, il quale ogni mese erogherà verso la banca il rimborso, togliendolo l’importo versato dalla vostra busta paga. Uno degli aspetti più interessanti e che attualmente la richiesta di cessione del quinto da parte dei dipendenti al proprio datore di lavoro è diventata obbligatoria, nel senso che se un dipendete dovesse chiedere al “capo” una cessione del quinto dallo stipendio, lui non potrà negarla e sarà obbligato a procedere con essa. 

Infine ricordiamo che chiunque richieda una cessione del quinto, dovrà obbligatoriamente attivare anche una propria assicurazione sulla vita, al fine di garantire una maggiore sicurezza. Questo vale, sia per i pensionati che per i dipendenti privati o pubblici.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).