domenica 2 novembre 2014Ultimo Aggiornamento:

Libretto certificazione e manutenzione impianti

 |   | 
Da poco è stato cambiato il procedimento di certificazione e manutenzione impianti con un nuovo libretto che ospita al suo interno tutti i dati dei vari sistemi che attualmente stiamo utilizzando per la nostra casa; come ad esempio: la caldaia (unico impianto fino ad ora all'interno del libretto) gli impianti di pannelli solari, i climatizzatori, il teleriscaldamento e anche pompe di calore.

Oltre a tutto questo e secondo la nuova legge, per ogni impianto sarà indicata nel dettaglio la sua diagnosi, come se fosse una specie di ospedale per gli impianti.

Questo consentirà di capire quali sono gli impianti che hanno bisogno di una revisione, così da garantire maggiore sicurezza e pulizia sia per l’ambiente circostante, per la nostra casa e per il consumatore stesso.



Quando bisognerà provvedere ad aggiornare il libretto certificazione e manutenzione impianti?


Le nuove leggi riguardanti il libretto sono state messe in attivo già dal 15 ottobre 2015, ma effettivamente potranno essere rispettate solo dal primo controllo, visto che per analizzare la corretta procedura passeranno di casa in casa i vari ispettori comunali; (come si fa normalmente per il controllo del gas o dell’acqua) ma a questo ci penserete o meglio ve ne renderete conto a tempo debito.

Logicamente non per tutti gli impianti è così. I controlli riguardanti la funzionalità degli impianti di riscaldamento verranno controllati periodicamente dagli enti comunali; mentre per quelli riguardanti la sicurezza e l’igiene, bisognerà chiamare il tecnico che si occupa della vostra manutenzione, che anche in questo caso è di norma da rispettare ogni anno.

Ma quindi cosa bisognerà fare per essere in regola e non ricevere multe?


Sinceramente bisognerà fare ciò che si è sempre fatto o meglio ciò che si è sempre dovuto fare; cioè controllare, pulire e revisionare tutti gli impianti periodicamente. Ma per essere in regola al 100% basterà avere tutto sotto controllo ed aspettare la prima visita di manutenzione della vostra caldaia. Ricordiamo a tutti che non appena verrà effettuato il 1° controllo, bisognerà richiedere l’aggiornamento del vecchio libretto con il nuovo libretto di certificazione (molto probabilmente vi verrà rilasciato quello nuovo senza ritirare quello vecchio, se così dovesse accadere, ricordatevi di conservare entrambi i libretti se non volete incorrere in una multa salata).

Per i condomini, residenti in condominio, come bisogna procedere?


L’unica cosa che bisogna fare è avvertire l’amministratore dello stabile e richiedere allo stesso di ritirare il libretto di certificazione dell’impianto centralizzato (operazione disponibile solo per i condomini, per il resto i proprietari o affittuari di case proprie, dovranno cavarsela da soli) e solo un incentivo, visto che l’amministratore sa già come procedere con il proprio lavoro.


Multe e aggiornamenti, come evitarli, perché e dove richiederli:


Gli aggiornamenti del libretto sono molto importanti, oltre a garantire maggiore sicurezza al proprietario dell’immobile o dello stabile, consente di capire cose è stato revisionato di recente e cosa invece necessita di manutenzione. Ma cosa più importante sono le multe… sì, se non si aggiorna il libretto le sanzioni saranno davvero gravose e potrebbero essere di piccola taglia sui 500 euro, fino ad un massimo 3000 euro.

Come scaricare il libretto online e non pensarci più?


Si è anche possibile scaricare il libretto autonomamente online, senza dover aspettare la visita e senza dover rimanere con il pensiero fino al tempo del primo controllo. Inoltre secondo il Ministero dello Sviluppo Economico, scaricare il libretto online potrebbe anche essere un modo per evitare disagi o inutili dimenticanze. Per scaricare il libretto da internet con tutte le 44 pagine originali, potete collegarvi al seguente link: Libretto impianti certificazione online


2 commenti:

  1. NOTIZIA UTILE MA INCOMPLETA:
    I NUOVI LIBRETTI D'IMPIANTO E I RELATIVI RAPPORTI DI EFFICIENZA ENERGETICA VANNO CARICATI ON LINE SUL PORTALE DEL CATASTO TERMICO DA MANUTENTORI ABILITATI CHE AL TERMINE VI CONSEGNANO IL NUMERO ID ASSEGNATO DAL CATASTO TERMICO E LA VISURA DEL CORRETTO CARICAMENTO DEI DATI.
    QUINDI ATTENZIONE A CHI NON VI FORNIRA' IL NUMERO IMPIANTO E RELATIVA VISURA, SARETE PASSIBILI DI MULTA COME PRECEDENTEMENTE DETTO NELLA NOTIZIA PRINCIPALE.

    RispondiElimina
  2. Ecotechnologies grazie mille per averci fornito queste informazioni sul libretto impianti. Molto probabilmente mi sono sfuggite e per questo la ringrazio, almeno in questo modo si potranno evitare moltissime multe inutili.

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).