giovedì 4 settembre 2014Ultimo Aggiornamento:

Che formato deve avere la FatturaPa e come si inserisce la firma digitale nei documenti?

 |   | 
Ultimamente stiamo ricevendo dei messaggi da parte degli utenti, che chiedono il corretto formato della FatturaPA nei documenti fiscali; Ecco, secondo la legge il corretto formato delle Fatture PA è un file XML.

Il contenuto, in questo caso indicato a scopo informativo, deve obbligatoriamente registrare i dettagli dei dati di chi lo scrive in modo corretto, (necessario per attivare un interscambio reale della fattura al destinatario indicato) visto che poi codesti dati composti, saranno anche sottoposti a fini fiscali. 

Quali dati si possono inserire, oltre a quelli classici di base e cosa troviamo in aggiunta?

  • Le informazioni per un’adeguata dematerializzazione dei documenti (ciclo-passivo)
  • Fusione della fattura con i vari sistemi di gestione classici o a pagamento
  • Processo automatico per la gestione dei vari ordini (FatturaPA – gestione automatica – archiviazione)
  • Inserimento delle informazioni obbligatorie, al fine di un’automatica gestione delle fatture
  • Informazioni utili per tutti gli operatori economici e pubbliche amministrazioni, così da rendere le comunicazioni più chiare e veloci (indicare beni e servizi).
  • Trasformazione delle classiche fatture in un formato idoneo e digitalizzato (è possibile convertire tutti i documenti di cui avrete bisogno, come ad esempio i file in formato PDF, cartaceo, digitalo non corretto, ecc…).

Ma la fattura PA alla fine che cos’è?


È un nuovo documento predisposto per le fatture in formato elettronico, ed attualmente è anche l’unico formato di file che viene accettato dalle Amministrazioni Pubbliche Italiane, secondo le norme di legge presenti all'art.21-com1, del DPR 633/72. Tutte le fatture, come indicato in precedenza, devo avere obbligatoriamente un sistema di interscambio reale.

L’interscambio reale, avviene tramite la gestione e l’invio delle fatturePA, dove il formato del file dev'essere indicato sempre in XML. Non potranno essere inviati altri tipi di file ed inoltre l’originalità e la correttezza del documento devo essere impeccabili e per farlo basta semplicemente autenticare il tutto tramite firma elettronica (logicamente a farlo dovrà essere l’emittente della fattura). Le firme accettate sono:

  • CAdES-BES – con struttura ETSI TS 101 733 nella versione 1.7.4 
  • XAdES-BES – con struttura ETSI TS 101 903 nella versione 1.4.1

Ricordiamo che la firma digitale sulla fattura, dovrete farla richiedendo un dispositivo per il formato .xml ad un “Certificatore accreditato” che potrà dare poi il via libera per il sistema di Interscambio, mediante l’apposito canale di trasmissione finale. 

Una delle cose più importanti è il codice univoco, il quale serve a identificare la corretta trasmissione della fattura dal mittente al ricevente; il tutto controllato dell’amministrazione Pubblica e registrato nel proprio archivio.

Download Modulo e programma xml per fatturePA


Per facilitarvi il lavoro, abbiamo deciso di indicarvi un programma molto interessante che offre la possibilità di compilare il modulo della fattura (direttamente in formato file.xml) “quasi” automaticamente. Il programma è gratuito e può essere scaricato da questo indirizzo: Modulo fatturaPA XML


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).