mercoledì 31 dicembre 2014Ultimo Aggiornamento:

Realizzare da zero un file xml fatturapa

 |   | 
Oggi cercherò di spiegarvi come creare e realizzare un file xml fatturaPa da zero, in modo da emetterlo vero la pubblica amministrazione senza problemi ed errori.

Come ben sappiamo è scattato l’obbligo di gestire tutte fatture tramite posta elettronica ed inviarle alle PA una volta completate; proprio per questo motivo in molti dovranno dire addio alle fatture cartacee e di conseguenza mettersi al passo con la tecnologia, creando, realizzando e gestendo le fatture in formato xml. Il tutto dev'essere organizzato e spedito telematicamente.

Partiamo in quinta e cerchiamo subito di capire come creare realizzare un file xml fatturaPa. Per prima cosa, dovrai collegarti al sito web. FatturaPA.gov.it ed effettuare l’accesso inserendo i tuoi dati personali. Solitamente viene richiesta una di queste tre procedure: Fisconline, Entratel e la Carta Nazionale dei Servizi.

Leggi anche => Come convertire un file normale in fattura xml e renderlo idoneo per la PA

Io sinceramente consiglio di utilizzare l’ultima opzione, visto che la CNS è molto più semplice da capire ed inoltre è collegata direttamente con l’agenzia delle entrate, in modo telematico. Questo passaggio vi aiuterà in caso di problemi sui dati o altro… Una volta effettuato l’accesso, dovrete procedere alla registrazione del servizio, che per portarlo a termine, dovrete aver abilitato una casella di posta elettronica certificata, chiamata anche: “PEC”. Nel caso non abbiate attiva l’email Pec, collegatevi a questo link: "abilitazione email Pec", registratevi e abilitate tutto. Dopodiché tornate sul sito “fattiuraPa.gov.it” e proseguite. Ricordo che non appena abiliterete la casella della posta certificata, vi verranno inviate due email, una per aver abilitato il servizio e una seconda per esservi registrati al sito della fattura elettronica. Detto ciò, cliccate su avanti, accedete con i vostri dati ed iniziate a compilare la fattura elettronica Pa.

Come potete vedere il servizio è solo online. Quindi essendo un sito creato in flash per via dei vari documenti installati e file xml è opportuni scaricare il programma di: “Adobe Flash Player” per poter visualizzare correttamente tutti i dati e i moduli da compilare. Una volta scaricato ed installato non dovrete fare più niente, visto che il programma si autogestisce. Ora che abbiamo tutto l’occorrente e i programmi giusti installati, possiamo anche iniziare a realizzare il file xml per le fatture Pa.

Se ancora non hai effettuato l’accesso, prova ad entrare inserendo i tuoi dati e una volta connesso visualizzerai la seguenti schermate:



I dati da inserire sono tanti, ma per procedere bisognerà inserirli ugualmente tutti. Ad esempio, ciò che viene richiesto nei moduli riguarda principalmente i dati relativi alla pubblica amministrazione a cui si sta inviando la fattura elettronica, il committente, codice destinatario, i contatti, i dati del fornitore, prestatore, i dati fiscali (se disponibili) e i dati intermediari. Quando avrete compilato tutto, cliccate su prosegui e passate alla pagina successiva. Logicamente nel caso qualcosa fosse andato storto, nel caso qualche campo fosse errato o mancante, il programma vi avviserà segnandovi i campi da correggere in giallo; così facendo saprete dove andare a mettere le mani, senza rifare tutto dall'inizio.

Ora possiamo passare alla nuova schermata ed iniziare a realizzare il secondo file (quello definitivo in xml) e siglarlo con la firma certificata (essenziale per poter rendere il documento valido). Per capire come inserire e creare una firma certificata digitale valida, puoi leggere la seguente guida: firma certificata per fatture Pa.

Ricorda che il documento xml creato dev'essere perfetto, quindi la fattura non deve possedere neanche un errore; proprio per questo motivo ti consiglio di accedere al seguente indirizzo: "https://sdi.fatturapa.gov.it/SdI2FatturaPAWeb/ControllaFatturaAction.do" offerto dallo Stato per verificare se il tuo modello xml creato e realizzato può essere accettato dalla pubblica amministrazione una volta inviato.

Come funziona il sistema di Interscambio per la pubblica amministrazione?


Il sistema di interscambio è molto severo, ma allo stesso tempo molto semplice da capire e rispettare. Diciamo principalmente che il sistema di interscambio, permette l’utilizzo sono di tre determinati file e due firme, come ad esempio: CAdES-BES (file xml.p7m) e XAdES-BES (formato xml classico) per le firme digitali. Mentre per i file, bisogna tenere in considerazione queste regole:

Bisogna creare un file archivio nel qualche inserirete tutte le fatture creare nel tempo. Il file dev'essere in formato .zip e compresso, in modo da contenere tutte le fatture PA create e i file xml.

Bisogna creare obbligatoriamente un file .xml per ogni fatturaPa e codesto file deve a sua volta essere firmato dal mittente, mediante firma certificata. Il file può contenere una sola fattura, oppure ne caso avesse la stessa data ed intestazione anche più di una per volta.

Come inviare un file xml in modo corretto e dove:


Adesso che abbiamo capito anche come funziona il sistema di interscambio e analizzato tutti i suoi punti, puoi procedere ad inviare il file creato secondo le leggi vigenti attualmente in corso, gestite e dettate dal Sistema di Interscambio. Il tutto può essere fatto tramite posta Pec certificata al seguente indirizzo: sdi01@pec.fatturapa.it (attenti a non superare i 30MB altrimenti non verrà accettato ed inviato) oppure attraverso il sito web nel quale sei attualmente collegato (accedi con all'inizio inserendo i tuoi dati personali e poi accertati di non inviare file più grandi di 5MB, altrimenti verrà segnalato un errore).

Esistono anche altri tre modi o meglio servizi qualificati per inviare il vostro film .xml creato, che sono:

  • SDICoop – servizio per tutti coloro che vogliono spedire i file usando i nuovi servizi “web services”.
  • SDIFTP – servizio per tutti coloro che vogliono spedire i file usando dei servizi informativi tecnologici per allegare un elevato numero di fatture Pa.
  • SPCoop – servizio per tutti coloro che vogliono spedire i file usando un particolare servizio di connessione, gestito sempre tramite i “web services”, ma con differenti modalità e con previa registrazione sul sistema di intercambio del sito trasmissione “SPCoop”.

Infine una volta eseguiti tutti i passaggi, avrai diritto anche a consultare la sezione “messaggi”. La quale ti offrirà una visione completa dei file inviati mediante il sistema di interscambio e in questo modo potrai controllare in prima persona se tutto è stato eseguito correttamente e se i film xml fatturaPa, vengono accettati.

Dettagli, link e chiarimenti importanti da non dimenticare:


Ricorda che per realizzare correttamente un file xml e creare un ottima FatturaPa, avrai bisogno anche delle classi in C# e VB.NET, che potrai scaricare da questi due link:


Inoltre sul sito: indicepa.gov.it potrai visionare tutti i codici di ogni singola amministrazione; mentre da qui: "Fattura Elettronica Header", "Fattura Elettronica Type" e "Schema XML"puoi scaricare i file di esempio un file .xml e capire realmente com'è strutturata e gestita una fattura Pa.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).