lunedì 11 aprile 2016Ultimo Aggiornamento:

Legge di stabilità 2016: agevolazioni casa, incentivi fiscali, affitti e ristrutturazioni

 |   | 
Attivazione del decreto “Sblocca Italia” insieme alla legge di stabilità 2016, sembra aver portato qualche beneficio, come ad esempio il nuovo progetto, chiamato: Pacchetto casa. Questo progetto è come se fosse una specie di archivio contenente tutti nuovi incentivi fiscali 2016.

Gli incentivi potranno essere utilizzati per acquistare nuovi immobili, ristrutturare case o appartamenti, costruire nuove abitazioni, installare impianti energetici per risparmiare e anche richiedere un controllo, con possibilità di rinnovo fondamenta della vostra casa; questo aspetto è molto importante visto che evita la caduta delle abitazioni nel caso ci fosse un terremoto (è un nuovo progetto di interventi antisismici). Inoltre è stato deciso di rinnovare la struttura delle abitazioni “finalmente” perché più del 60% degli immobili in Italia è stato costruito senza seguire nessuna legge a riguardo dei problemi sismici; quindi moltissime casa tutt'ora sono ancora a rischio. Gli incentivi fiscali sono molto importanti e questo aspetto dovrebbe sinceramente sollevare il morale di molti... è vero che bisogna spendere qualcosina alla fine dei conti, ma ne vale della propria vita, non credete? L’attivazione degli incentivi fiscali 2016 per la prevenzione antisismica potrà essere richiesta anche per strutture commerciali, condomini, capannoni, edifici e uffici.




Legge di stabilità agevolazioni casa incentivi fiscali affitti ristrutturazioni
Grazie alle leggi di stabilità e in questo caso grazie alla legge di stabilità 2016 sarà ancora una volta possibile richiedere l’intervento Irpef per effettuare i nostri lavori di ristrutturazione edilizia, riequilibrare le nostre case e richiedere anche un intervento di rinnovo per l’implementazione delle energie rinnovabili all'interno ed esterno della nostra abitazione. I bonus fiscali disponibili, sono come sempre gli stessi, pari al 65% e al 50% (ci sarebbero dovute essere delle piccole differenze, pari al -10% sulle percentuali, ma grazie al Ministro Lupi, sembra che tutto rimarrà invariato anche per il prossimo anno). 

Nuove leggi, proposte e incentivi fiscali per le case in affitto e per chi acquista casa:


Ci saranno anche incentivi per costruttori edili. Infatti tutti coloro che decideranno di costruire un nuovo immobile, aventi le caratteristiche energetiche alte, come ad esempio: di classe B o classe A e una volta terminato il lavoro utilizzassero la casa solo come opzione affittuaria, per ben 8 anni, potranno usufruire degli incentivi e allo stesso tempo rendere più fluido il mercato della compravendita immobiliare, degli affitti e anche risolvere tutti i problemi attualmente in corso per le case invendute, che sono tutt'ora a carico del costruttore.




Un altro aspetto di legge molto importante, che rimanda “sempre” al mercato degli affitti in Italia e la deduzione fiscale, che sarà pari al 20% dei costi in base al tipo di costruzione che si deciderà di effettuare o nuovo acquisto; il tutto è riservato unicamente alle persone fisiche. Come per i costruttori anch'essi avranno un limite massimo di tempo impostato su otto anni e con un massimo di budget pari a 300.000 euro. Tutto questo servirà al fine di costruire una casa o acquistare un immobile (riferendosi ad un costruttore, così da far girare l’economia in più sensi…) da offrire in locazione. Un ottimo progetto che permetterà a molti di accedere a nuove abitazioni in affitto presenti sul mercato italiano e di conseguenza permettere a privati e costruttori di far crescere le proprie finanze, grazie agli incentivi fiscali offerti con la legge di stabilità 2016.

Per quanto riguarda l’imposta sul valore delle case presenti all'estero non verrà applicata l’imposta I'iva (relativa agli immobili all'estero), se si possiede come abitazione principale, con l’eccezione di tutte le unità immobiliari che, in Italia, rientrino nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Oltre all'abitazione principale, non saranno soggette ad imposta anche tutte le pertinenze e la casa del coniuge assegnata allo stesso durante casi di separazione legale, scioglimento, cessazione e cancellazione delle pratiche civili.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).