lunedì 26 gennaio 2015Ultimo Aggiornamento:

Come funziona prestiamoci.it con i prestiti tra privati

 |   | 
Prestitiamoci.it è un servizio online che offre la possibilità di richiedere prestiti tra privati in modo semplice e veloce. Il sito è molto simile a Smatika, l’unica sua differenza è che il richiedente, presenta un’offerta di richiesta, mediate un finanziamento online.

Se in questo caso il cittadino che ha proposto l’offerta è in possesso dei giusti requisiti, il sito: “prestiamoci.it” potrà decidere di inserire il prestito all'interno del suo Marketplace. In questa guida cercherò di spiegarvi come funziona prestiamoci.it con i prestiti tra privati, indicandoti realmente se e come vengono erogati i vari finanziamenti on line.


Come funziona prestiamoci.it – procedimento da seguire per prestiti tra privati:


Una volta inserito il prestito, farà il suo intervento un prestatore (in questo caso un privato investitore) che metterà a disposizione dei richiedenti un capitale, che verrà successivamente diviso in più quote. Il prestito verrà suddiviso in quote da 50 euro, al fine di abbassare il rischio di perdita dell’investitore ed al contempo aumentarne il rendimento finale durante il rimborso! A questo punto qualsiasi investitore, potrà decidere come investire i soldi e se gestire il tutto in piccoli e singoli prestiti; oppure in alternativa impostare il capitale nel Marketplace automatico e far gestire il proprio portafoglio alla piattaforma, senza pensare a niente.

prestiamoci-prestiti-tra-privati
Come funziona prestiamoci prestiti tra privati? scoprilo...
Quando l’investitore avrà organizzato il proprio account economico, il richiedente potrà “finalmente” ottenere il prestito tra privati velocemente; il quale avverrà mediante un bonifico tramite il sito di: “prestiamoci.it” e direttamente inviato alla banca del richiedente. 

I prestiti tra privati vengono inviati sui conti correnti nel giro di qualche ora o giorno, dipende dal tipo di richiesta. La stessa cosa accadrà nella banca del richiedente, la quale provvederà ogni mese ad inviare il denaro (pagamento che avviene a rate e con rate sempre uguali ogni mese) per il rimborso al fine di colmare il debito; il tutto mediate addebito “Sepa” automatico. Questo metodo di rimborso oltre ad essere sicuro ed economico è anche molto veloce e flessibile.

Infine esiste un passaggio molto importante per il prestatore, che riguarda specificatamente il ritorno dei propri soldi, ma con un piccolo extra; infatti bisogna considerare che, qualsiasi investitore decida di prestare il proprio denaro su: “prestiamoci” vedrà poi ritornare il rimborso a fine mese con un bonus sugli interessi. Eseguire un operazione, offrire un prestito tra privati ed ottenerlo, porta quindi devi vantaggi per l’investitore a fine mese; il quale vedrà aumentare i propri soldi mensilmente senza fare alcuna operazione. Proprio per questo motivo è nato anche un programma di gestione economico, che permette agli investitori di creare un investimento automatico, al fine di reinvestire sempre il portafoglio disponibile e aumentare ulteriormente e per sempre i propri guadagni!

Ma è sicuro offrire dei prestiti tra privati con Prestiamoci ?


Bisogna tenere in considerazione che il sito “Prestiamoci.it” è ormai un marchio Leader sicuro da molti anni e conosciuto nel suo campo, come la finanziaria online del prestito tra persone. Come finanziaria e ente “bancario” e anche iscritta all'Albo degli Intermediari Finanziari su concessione della Banca d'Italia.

Operando a stretto contatto con il mondo online, il sito è sempre in contatto con le forze dell’ordine ed al contempo ospita sulla piattaforma dei protocolli di sicurezza potenti, che tutelano 24 ore su 24 i clienti connessi. Oltre a questo il sito collabora con la banca Sella, per gestire, importare ed esportare movimenti economici/finanziari.

Ricordo infatti che, tutti gli investitori/prestatori presenti su “Prestiamoci” per poter erogare i propri soldi, dovranno attivare un nuovo conto corrente e conto deposito presso la banca Sella. Sempre dalla suddetta banca, partiranno tutte le erogazioni di denaro da donare ai vari richiedenti, tramite logicamente dei finanziamenti mensili a basso costo!

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è la banca dati “Credit Bureau” che in questo caso riguarda specificatamente il Crif (conosciuto anche come: Crif - Banca dati per cattivi pagatori). Questa banca dati creditizia offre consulenza al sito, permettendoli di capire se i richiedenti sono affidabili, oppure no… la stessa sorte spetta all'analisi finale del credito. Dove la banca dati provvede ad una dettagliata analisi di qualità, prevenendo in questo modo i rischi, le frodi fiscali e i vari problemi che sarebbero potuti capitare in caso di una mancata analisi "significativa" dei dati.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).