martedì 15 settembre 2015Ultimo Aggiornamento:

Contratto di Risparmio Edilizio | Guida e funzionamento

 |   | 
Il contratto di Risparmio Edilizio è sostanzialmente volto a disciplinare due fasi:

1) Una prima fase di accumulo, nel corso della quale il cliente deposita presso l’intermediario, mediante versamenti rateali, il c.d. "risparmio accumulato", il quale viene remunerato ad un tasso di interesse contrattualmente prefissato ("Condizioni Generali per contratti di Risparmio Edilizio", di seguito, per brevità, il "Contratto").

2) Una seconda fase di assegnazione che si determina "(quando la resa del risparmio (ossia l’ammontare del "risparmio accumulato" ed il periodo di risparmio) si trova in congruo rapporto con la resa del mutuo"; rapporto, questo, che si determina secondo una formula matematica contrattualmente prevista, e perciò predeterminabile negli esiti temporali, in cui la BHW AG:

  • (2-a) Mette a disposizione del cliente il "risparmio accumulato";
  • (2-b) Si impegna a concedere un mutuo pari alla differenza fra la "somma sottoscritta" (vale a dire l'importo complessivo del contratto di risparmio edilizio) ed il "risparmio accumulato" già messo a disposizione del cliente.

Contratto di Risparmio Edilizio | Guida e funzionamento


contratto-di-risparmio-edilizio-guida
L'erogazione del mutuo avviene in ogni caso a seguito della stipula di un ulteriore e separato contratto denominato "contratto di mutuo". Tanto chiarito circa la struttura ed il funzionamento del contratto di risparmio edilizio, per così dire "puro", occorre precisare che la sottoscrizione di tale tipologia di contratto può essere, su richiesta del cliente, associata alla stipulazione di un finanziamento, cosiddetto "mutuo immediato" - che ha la finalità di rendere immediatamente disponibile al cliente la "somma sottoscritta" - destinato ad estinguersi al momento dell’assegnazione del mutuo di risparmio edilizio.

In tale ultima tipologia di rapporto, il cliente stipula un contratto per un importo identico alla "somma sottoscritta"; i due contratti sono teleologicamente collegati ma distinti, ed a riprova di ciò, l'art. 2 del contratto di mutuo immediato prevede che la stipula del contratto di risparmio edilizio sia un prerequisito per la stipula del contratto di mutuo fondiario.

Su tale mutuo immediato il cliente non pagherà, per tutta la sua durata, alcuna rata di ammortamento bensì soltanto interessi al tasso convenuto; per contro, nel corso di tutta la durata del mutuo immediato, il cliente continuerà a versare alla Bhw Bausparkasse AG le rate di accumulo relative al contratto di risparmio edilizio, che confluiranno nella "somma di risparmio".

Una volta raggiunte le condizioni per l’assegnazione del mutuo ai sensi del contratto di risparmio edilizio, la "somma di risparmio" accumulata ai sensi del contratto di risparmio edilizio, anziché essere messa a disposizione del cliente (come avverrebbe in un contratto di risparmio edilizio "puro"), andrà ad estinguere parzialmente il mutuo immediato già erogato al cliente, mentre per la restante quota il mutuo immediato sarà estinto mediante il mutuo di assegnazione.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).