sabato 9 aprile 2016Ultimo Aggiornamento:

Condono fiscale 2016 cos'è? Come funziona?

 |   | 
Visto che ne giorni scorsi abbiamo analizzato la situazione sulle nuove leggi in Italia; oggi volevo parlare del condono fiscale 2016, capire come funziona e soprattutto cos'è il condono tributario? Quando si parla di definizione condono fiscale sappiamo che l’argomento è concentrato principalmente sulle tasse; ma nel dettaglio a cosa si riferisce? È un operazione messa in vigore dal Governo Italiano (decreto legge) che consente ai concittadini aventi delle irregolarità fiscali di richiedere l’annullamento in parte o totale della sanzione, multa o pena emessa.

Quindi a differenza del condono tombale che risana completamente tutte le problematiche fiscali del contribuente; il condono fiscale 2016 fa riferimento ad una sola parte della sanatoria e non a tutto ciò di cui si è stati colpevolizzati. Quindi come possiamo aver capito viene presa in causa solo una percentuale della percentuale da versare. Ma una volta richiesto il condono fiscale cosa si può sistemare? Il condono fiscale cerca di sistemare le piccole irregolarità del cittadino su determinate dichiarazioni; come ad esempio: la dichiarazione dei redditi non presentata o scritta non correttamente.


Logicamente, anche se viene presa in causa solo una determinata parte: gli interessi sulle multe, le sanzioni e la mora da pagare si alzeranno sempre di più con il passare degli anni. Ecco perché bisogna cercare di sistemare subito la cosa sul nascere o per lo meno pochi giorni dopo la scadenza. Comunque sia, visto che lo Stato parla di metà della parte, l’altra restante metà (dell’imposte dovute) che è stata omessa o non correttamente dichiarata al fisco, dovrà essere versata. Inoltre come ogni anno è il Governo che aggiorna il decreto legge sul condono fiscale: emanando normative, organizzando le leggi, impostando le tasse e stabilendo i giusti limiti per la richiesta; in questo modo lo Stato si assicura una protezione ed al contempo mette in atto le nuove procedure per capire come chiedere il condono fiscale 2016 senza disagi alcuni.

Come richiedere il condono fiscale allo Stato


Condono fiscale cos'è come funziona

Per usufruire del condono fiscale 2016 è necessario contattare l’agenzia delle entrate e versare (mediante accordi e operazioni da loro stabilite) la cifra in denaro richiesta o mancante; il tutto deve avvenire in una sola ed unica operazione e secondo gli standard o meglio i tempi indicati nel decreto di legge 2016. Per agevolare le operazioni di pagamento, gestione dei documenti e compilazione delle pratiche, vi consiglio di contattare il vostro commercialista e richiedere a lui di svolgere il lavoro al posto vostro; in quanto è sicuramente più esperto e qualificato nello svolgere questa mansione. Scopri anche: come rinegoziare i debiti col fisco italiano.

Rientrando nell'ambito del diritto, il condono fiscale è una delle più estese ed ampie categorie dei condoni legislativi presenti in Italia nel decreto legge. Ad entrare in questa cerchia esistono tantissimi altri condoni; come ad esempio: il condono tombale, il condono edilizio, il condono valutario, il condono assicurativo e cosi via dicendo. Questo di cui abbiamo parlato noi è legato principalmente alle tasse e cerca in tutti i modi risanare le operazioni illecite dei cittadini o meglio quelle non regolari con lo scopo di dichiarazione errata, infedele o in parte assente.

Leggi anche =>    Calcolo ravvedimento operoso 2016    -    Accertamento fiscale    -    Eludere Fisco

Logicamente la somma da versare cambia in base alla gravità o al tipo di reato che dev'essere condonato. Come ho già indicato il condono fiscale rientra in certi limiti di legge, determinati dal Governo che gli emette e che ne stabilisce di conseguenza dei limiti anche per il cittadino stesso. Il quale può scegliere se accettare la pattuizione del procedimento del condono emesso, oppure no.

Alla fine di tutto ciò, possiamo quindi definire il condono come: una specie di operazione per saldare e cancellare le pene più o meno gravi che ci vengono indicate, in modo da evitare elevate sanzioni. Alla fine dei conti, i motivi per il quale il Governo decide di applicare il condono fiscale (su ordine del Ministro dell’economia e delle finanze) sono diversi; ma ciò che caratterizza e aumenta la richiesta di varare il tutto è il fatto di assicurarsi una continua e voluta accettazione dei cittadini. Il motivo? Semplice… ottenere un elevato incremento di denaro extra nelle casse dello Stato italiano! Voi cosa ne pensate del condono fiscale/tributario 2016?


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).