martedì 30 dicembre 2014Ultimo Aggiornamento:

Bonus di 1.200 euro al mese per chi aiuta persone disabili a domicilio

 |   | 
Con il numero progetto “Home Care” il 2015 sarà un anno pieno di soddisfazioni, visto che chi si prenderà cura di un disabile a domicilio, potrà ricevere un compenso bonus di 1.200 euro al mese.

I soldi offerti dovranno essere utilizzati per prendersi cura di chi non è autosufficiente (amici e parenti).

Ad agevolare l’iniziativa, come sempre ci pensa l’Inps, ormai destinata a promuovere eventi di questo genere, come ad esempio: i nuovi posti di lavoro all'Inps per i giovani, le agevolazioni sui buoni lavoro e le convenzioni sui prestiti dedicati ai pensionati.

Chi può richiedere e beneficiare del bonus di 1.200 euro al mese?


Per poter ottenere il bonus, logicamente bisognerà possedere delle caratteristiche e se in possesso, si potrà accedere ai servizi socio assistenziali per persone disabili ed ottenere il compenso di 1.200 euro mensili. Possono richiederlo chi: è dipendente o pensionato Inps; è dipendente Pubblico (DM 45/078); ha dei coniugi conviventi o dei familiari di 1° grado. Possono entrare nella lista anche tutti coloro che sono orfani (cioè i giovani ragazzi/e figli di pensionati pubblici o dipendenti pubblici).

Come richiedere il contributo bonus di 1.200 euro :


Bonus di 1.200 euro al mese con il progetto Home Care Premium 2015
Per poter ricevere il contributo “bonus”, bisognerà richiedere e fare domanda all'ente Inps, compilarla in tutte le sue parti, firmarla, dichiarare il vero ed infine inviarla online, tramite posta elettronica (prima di inviarla per e-mail assicuratevi di avere il Pin Inps online, altrimenti non sarà possibile inviare il documento) o consegnarla a mano nuovamente, presso l’ente previdenziale. Il tutto dev'essere eseguito entro e non oltre la fine di maggio 2015, oppure non sarà più valido.

Cosa bisogna allegare al documento di richiesta bonus :


  • Tutti i dati del soggetto disabile o non autosufficiente che si vuole accogliere e aiutare.
  • Il soggetto in questione dovrà esser registrato alla banca dati “dipendente pubblico o pensionato”.
  • Una volta completato il documento, allegare il modello ISEE (allegate il modulo anche se non esiste nessun tipo di limite di reddito per pensione di invalidità).

Fatto ciò l’Inps analizzerà la vostra proposta e vi contatterà dicendovi se siete idonei a ricevere il prestito, oppure no. In caso di accettazione l’importo erogato potrebbe essere di un minimo di 400 euro, come ad esempio un massimo di 1.200 euro.

Altri dettagli importanti, documenti pdf da scaricare e link da visualizzare:


La proroga, riguardante la data di scadenza, nel caso si superasse il giorno prefissato è possibile analizzarlo al seguente link: Progetto “Home Care” data di scadenza.

Mentre per scaricare tutti i moduli online, in formato PDF, basterà accedere al seguente link: Asta gare e progetti per assistenza domiciliare. Il quale vi consentirà anche di analizzare le varie pagine dedicate alle persone non autosufficienti, ai bonus in corso, ai documenti per richiedere il sussidio, la gestione della banca dati, sezione concorsi "Welfare", come compilare i moduli, i dettagli sui dati da inserire e come scaricare il bando per poter ricevere il bonus di 1.200 euro al mese. Tutto questo potrete farlo seguendo la pagina Inps sopra indicata.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).