domenica 8 marzo 2015Ultimo Aggiornamento:

Come richiedere prestito Special Cash Postepay

 |   | 
Il prestito Special Cash Postepay è un prestito utile per ricaricare la tua carta postepay, al fine di avere sempre del credito disponibile sulla carta. Quindi come richiedere prestito Special Cash Postepay in modo semplice?

Ricordo che grazie all'iniziativa Special Cash Postepay è anche possibile collegare un account bancoposta e la carta Postepay Evolution. Essa ti permette di ricevere un piccolo prestito utile per eseguire i tuoi acquisti, pagare le spese e gestire i tuoi interessi.

I piani di ricarica, per quanto riguarda il prestito Special Cash Postepay, sono tre (più in basso si potrà consultare la tabella dettagliata), tutti adattabili in base alle esigenze del cliente. Scopriamo insieme tutto ciò che riguarda questo SpecialCash di poste italiane.

Leggi anche => Come fare un bonifico Postepay e quanto costa?    -    Avere un libretto poste italiane

Chi può e come richiedere prestito Special Cash Postepay ?


Richiedere lo Special Cash Postepay è molto semplice; infatti basta recarsi presso gli uffici postali italiani e richiedere il modulo della carta. Una volta ricevuto, basterà compilarlo, munirsi della dovuta documentazione (in questo caso è necessario avere: la tessera sanitaria, un documento di identità valido e una copia che attesti il tuo reale ed attuale reddito) e consegnare il tutto ad un addetto presente allo sportello delle poste.

Come richiedere prestito Special Cash Postepay
Una volta eseguiti tutti questi passaggi, si potrà entrare in possesso della proprio prestito personalizzato. La carta/prestito potrà essere richiesto da cittadini aventi un minimo di 18 anni di età (bisogna essere maggiorenni per eseguire le operazioni) e un massimo di 70 anni. Al momento della richiesta, il prestito potrà essere ottenuto ed erogato su qualsiasi carta Postepay convenzionata (personale e ricaricabile non fa alcuna differenza), oppure sulla nuova carta Postepay Evolution.

Prestito SpecialCash Postepay - Requisiti e Documenti per i cittadini stranieri


Per quanto riguarda invece, i cittadini stranieri, essi dovranno possedere ulteriori garanzie ed offrire agli uffici postali maggiori dati per la richiesta; come ad esempio: un permesso di soggiorno valido, una carta di soggiorno aggiornata, un passaporto in corso di validità, una carta d’identità o documento similare che attesti le reali credenziali del richiedente, un documento che dimostra di essere in Italia da almeno 1 anno, con un regolare lavoro attivo (il lavoro dev’essere stato eseguito o continuare attualmente presso lo stesso datore di lavoro) da 12 mesi consecutivi, Stato di appartenenza, luogo di nascita, attuale dimora e zona di villeggiatura. In alcuni casi, potrebbe essere richiesta una maggiore analisi e documentazione.

Dettagli sul finanziamento proposto da poste italiane:


Uno degli aspetti interessanti per la Special Cash Postepay è sicuramente la possibilità di richiesta e disponibilità d’utilizzo; infatti anche se non si possiede un conto corrente o un conto BancoPosta, si potrà tranquillamente ed ugualmente ricevere (previa richiesta) il prestito indicato. L’importante però è almeno essere in possesso di una valida carta Postepay nominativa e di tutti i documenti precedentemente elencati.

Quanti soldi si possono richiedere con un prestito SpecialCash Postepay?


Richiedendo il prodotto SpecialCash Postepay, si potrà ricevere subito una somma pari a 1.500 euro, come massimo budget consentito. Le ricariche effettuabili, sono solo tre: un prestito pari a 750 euro, un prestito di 1.000 euro e l’ultimo di 1.500 euro. Scelto il tuo finanziamento, potrai fartelo accreditare direttamente sulla tua carta personale.

*Il costo totale, comprende: la rata, l'imposta di bollo, gli interessi, le spese di istruttoria, gestione e d'incasso rata.

Per maggiori informazioni, consulta il sito postale o chiama il centralino "servizio clienti", tramite il numero verde gratuito delle poste803.160

Come viene erogato il prestito richiesto e quando si deve fare il rimborso?


Il tutto viene erogato in una sola operazione, mediante un accredito in denaro sulla Postepay, dichiarata durante la richiesta del prestito e firma del contratto. Il rimborso lo si potrà fare anche mensilmente, con comode rate mensili e restituire il credito tramite: bollettino postale, addebito bancario, addebito con un conto corrente BancoPosta, oppure utilizzando la stessa carta ricaricabile Postepay (anche l’Evolution va bene). Le scadenze da rispettare saranno quelle prescritte sul contratto, che potranno appunto essere o verso la metà del mese, oppure alla fine del mese. Ricordati che i bollettini postali potrai farteli recapitare direttamente a casa. L’unica pecca e che i costi dei bollettini, saranno a carico del richiedente (in questo caso le spese da pagare dovrà aggiungerle il cliente) seguendo le norme e tariffe vigenti.


Come effettuare l’estinzione anticipata e il recesso del finanziamento senza problemi:


Il recesso, viene considerato dalle poste italiane, come un ripensamento. Questo significa che il cliente non essendo soddisfatto del prodotto, oppure perché desidera semplicemente provare altro, ha deciso di chiedere i recesso. Si potrà fare richiesta entro e non oltre il quattordicesimo giorno dall’accettazione del contratto. Nel caso i soldi venissero erogati, dopo diversi giorni, rispetto all’accettazione, si dovrà iniziare a contare dal primo giorno del versamento.

Per quanto riguarda l’estinzione anticipata, bisogna prima aspettare la fine del recesso e dopo aver fatto trascorrere il 14 giorni indicati, si potrà fare domanda per estinguere anticipatamente il prestito. Codesta operazione sarà possibile, presso gli uffici postali, senza dover pagare penali, oneri o more...


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).