venerdì 25 marzo 2016Ultimo Aggiornamento:

Vivere e lavorare a Dubai: costo della vita, stipendi e offerte di lavoro

 |   | 
State decidendo se trasferirvi a Dubai e cambiare vita? Siete alla ricerca di informazioni per vivere e lavorare a Dubai, in modo da non andare nella terra delle opportunità sprovveduti, ma con una mappa programma per il vostro futuro? Allora siete fortunati! Oggi in questa guida noi di salvadanaio.info cercheremo di aiutarvi a capire come trovare lavoro a Dubai, quali sono le offerte lavorative, a quanto ammontano gli stipendi arabi e quant'è il costo della vita in generale in questo paese. Ricordo che in questo paese la lingua ufficiale è l’arabo (almeno una conoscenza base ci vuole), ma comunque sia per trasferirsi basta semplicemente sapere perfettamente l’inglese.

La prima cosa da dire è che chi ha voglia di investire questo è davvero il paese giusto per farlo! Gli arabi sono riconosciuti da sempre per la loro voglia di fare e mettersi in gioco (sempre in prima fila) quando si parla di soldi e capitali da investire. Quindi se avete pensato di andare a lavorare a Dubai effettuando anche un investimento, vi dico fin da subito che è la migliore scelta che potreste fare. Attualmente gli Emirati Arabi puntano le proprie carte sull'espansione del paese e dei vari settori di maggior interesse: il turismo, il commercio, l’edilizia e l’industria. L'economia di Dubai è sempre in continua crescita e tutto per forza di cose è portato avanti dalla vendita del petrolio (anche se con il passare degli anni andrà pian piano ad esaurirsi) che ancora oggi copre più del 75% delle entrate pubbliche.


Come vivere e lavorare a Dubai: visto e passaporto


Per poter lavorare negli Emirati Arabi Uniti è necessario essere in possesso di un visto lavorativo, offerto dalla compagnia prima dell’assunzione; quindi come per la maggior parte dei paesi del mondo per avere informazioni valide su questo punto è necessario entrare in contatto con il consolato degli Emirati Arabi. Essi in questo modo potranno illuminarvi sugli aspetti burocratici del paese ed indicarvi gli ultimi aggiornamenti. Per farlo basta collegarsi al seguente indirizzo: “Embassy U.A.E”; oppure recarsi presso l’Ambasciata Emirati Arabi Uniti, presente in Via della Camilluccia n° 492 a Roma (cap: 00135) - Tel. 06.3630.6100. Oltre a questo per poter vivere mentre si lavora a Dubai è necessario presentare al proprio datore una copia certificata del lavoro che si svolgeva in Italia, un curriculum vitae aggiornato e una copia del contratto di lavoro italiano attuale, in modo da capire realmente se siete adatti per il tipo di lavoro richiesto.


Prima di tutto questo però, si consiglia sempre di controllare i propri documenti (verificate che non siano scaduti) visto che per effettuare l’ingresso nel paese sarà obbligatorio avere: un passaporto in corso di validità, un certificato di matrimonio italiano (se siete sposati), 6 fototessere, il proprio certificato di nascita, i documenti di tutti i famigliari presenti a nostro carico (membri che devono trasferirsi con voi nel paese) ed infine anche il visto acquistato (lavoro, visita, business o altro) per l’ingresso nel paese.

Viaggio a Dubai: Modulo visto vacanza lavoro, cosa fare?

trasferirsi a Dubai vivere e lavorare negli emirati arabi

Per il Visto e il passaporto per i cittadini non statunitensi che sono in viaggio per gli Emirati Arabi Uniti è possibile leggere le vari info da “QUI” e scaricare il modulo.

Per le informazioni sui visti diplomatici e ufficiali per i cittadini stranieri che viaggiano verso la UAE è possibile trovare dettagli e moduli per l’ingresso in paese da “QUI”.

Per quanto riguarda invece i requisiti di visto delle Nazioni Unite e per i viaggi negli Emirati Arabi Uniti in generale, si prega di accedere a questo link: “Nazioni Unite Visti” .

Offerte di lavoro: come trovare nuovi posti di lavoro a Dubai

Una volta sistemati tutti i documenti, si potranno iniziare a contattare le varie agenzie di lavoro a Dubai. Per farlo è davvero semplice (cercare e semplice, trovare non pochino meno); infatti l’unica cosa che bisogna fare è mettersi in contatto con le agenzie governative di ricerca/offerta lavoro. Esse sono molto favorevoli all'ingresso nel paese di noi italiani e proprio per questo motivo è disponibile un portale dedicato al settore “IT - italiano”. I siti in questione sono i seguenti: www.lavoroadubai.it e jobsindubai. Per chi non lo sapesse il sito di lavoro a Dubai è un portale di informazioni dove sono presenti consigli, dettagli e più 200 offerte di lavoro per i vari settori più richiesti del momento. Aggiungo anche, che per chi fosse interessato ad aggiungere la propria azienda all'estero, esportare o promuove l’attività di commercio a Dubai, potrà mettersi in contatto con la ICE Emirati Italia da "QUI".

Stipendio di lavoro medio per chi lavora a Dubai

Per quanto riguarda gli stipendi mensili arabi offerti in questo paese, possiamo dire che sono all'incirca simili a molti altri paesi appartenenti all'Unione Europea. La cosa bella, o meglio ciò che rende lo stipendio più elevato e di maggiore interesse rispetto ai nostri è l’assenza delle tasse su di esso. Si avete capito bene, a Dubai non ci sono tasse personali da pagare; quindi per uno stipendio di 1200 euro al mese, i soldi che riceviamo sono netti e senza spese. Comunque sia gli stipendi base girano sulla quota di 1200/1600 euro, mentre quelli più remunerati variano tra i 3500/4000 euro al mese (sempre netti). Ah dimenticavo… la maggior parte delle aziende che assumono, lo fanno a pieni regimi, quindi: alloggio pagato, rimborso delle spese extra, benefici e servizi compresi.

Oltre a tutti i benefit già indicati un lavoratore, italiano o arabo che sia, ha diritto ai bonus sugli stipendi e all'indennità. Quest’ultima funziona più o meno come il nostro TFR e consente al datore di lavoro di calcolare il bonus di fine contratto che dev'essere pagato al lavoratore una volta finito il lavoro. Questa indennità viene quindi calcolata in base al proprio stipendio mensile.

Le normative di contratto sull'indennità quali sono? Sono semplici da capire; ad esempio, si ricevono quindici giorni di stipendio bonus per 1 anno di lavoro (dopo i primi 3 anni) e 1 mese di stipendio extra per 12 mesi di lavoro. 

Il costo della vita per chi vive a Dubai


Oltre ad avare gli stipendi più alti e privi di tasse, anche il costo della vita è diverso da quello italiano; infatti qui il costo della vita è molto più basso del nostro. Il tutto è caratterizzato dalla mancanza di imposte nel sistema economico del paese. Logicamente i prodotti che potrebbero essere più costosi di altri, sono quelli importati dall'Italia. Per tutto il resto dei servizi esistono anche delle agevolazioni sui pagamenti; infatti ogni cittadino o residente a Dubai non paga mai per intero le spese riguardanti l’acqua, luce e gas. Il motivo? Semplice lo Stato a decido di aiutare i cittadini a pagare sempre la metà delle loro spese quotidiane, in modo da permetterli uno stile di vita migliore. Lo Stato comunque dichiara che non gli pesa pagare parte delle quote ai cittadini, visto che per la maggior parte dei servizi è lui stesso il fornitore primario.

Vivere e lavorare a Dubai

Per quanto riguarda invece il costo degli appartamenti a Dubai? l’affitto si divide in 2 parti: la parte ricca e la parte meno ricca. Esiste anche una parte povera, ma non è mai menzionata in quanto gli stranieri non sono visti di buon occhio. Comunque sia, nella parte ricca vicino a Dubai Marina i prezzi delle case in affitto variano da un minimo di 35.000 euro, fino a 50.000 euro all'anno; mentre nella parte meno ricca, i prezzi sono leggermente più economici e variano da un minimo di 19.000 euro fino ad un massimo di 32.000 euro ogni 12 mesi di affitto. In molti casi conviene acquistarsi una casa in modo diretto, senza effettuare inizialmente contratti di locazione, visto e considerato che i prezzi più o meno sono sempre gli stessi usati per gli affitti (in Downtown logicamente). Nella parte ricca il costo di un appartamento semplice, può arrivare anche ad 1 milione di euro.

Le bollette della luce e dell’acqua hanno più o meno un costo complessivo di 350 euro al mese (in riferimento ad un appartamento di 2/3 locali) per una villa privata di lusso fronte mare, il costo può arrivare anche a 1.000 euro al mese. Per internet si pagano circa 60 euro al mese con la connessione offerta da Etisalat. Per mandare i bambini a scuola per la primaria il costo è di 4500 euro all'anno; mentre per la secondaria può arrivare anche a 9800 euro ogni 12 mesi. Il prezzo di un litro di latte è di 1 euro, mentre quello di un chilo di pane è circa 1,90 centesimi di euro. Le sigarette costano 2 euro e 50 centesimi, mentre il biglietto del cinema 8 euro. Come potete vedere i costi della vita a Dubai sono più o meno simili ai nostri standard, con la differenza che le cose in questo paese sono molto più semplici e il guadagno dello stipendio e sempre netto! E poi la metà delle spese è pagata dallo Stato!

Come viene visto lo straniero a Dubai?

Lo straniero a Dubai è trattato benissimo, però come giusto che sia è sempre controllato in modo che non possa commettere niente di sbagliato. Per quanto riguarda invece il lavoro e il trasferimento non è semplice trasferirsi per vivere in questo paese se non si appartiene ad una determinata skilled list (gente che sta cercando proprio te come lavoratore). Infatti lo straniero è ben visto per quanto riguarda la progettazione di opere e l’investimento nel paese, ma dopo tali lavori (progetti di breve durata) e sempre meglio tornare a casa. Già dal 2016 sono in corso dei dimezzamenti per quanto riguarda i visti lavorativi a Dubai; infatti la manodopera edilizia sta scendendo, mentre quella tecnologica è in elevato rialzo. Comunque sia, ricordo che il visto base, ha una validità di 30 giorni ed è possibile scaricarlo direttamente da "QUI". Quindi per chi adesso volesse fare domanda ed essere assunto in modo sicuro, ciò che dovrebbe fare e buttarsi a capofitto nelle professioni tecnologiche.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).