venerdì 13 maggio 2016Ultimo Aggiornamento:

Scadenza polizza auto 15 giorni di tolleranza per pagare

 |   | 
Per chi ha stipulato una polizza auto con scadenza annua, può stare tranquillo una volta raggiunto il giorno della scadenza, visto che è stato accettato il ripristino dei 15 giorni di tolleranza per pagare l’assicurazione auto senza incorrere in sanzioni e multe elevate. Può capire a volte che per mancanza di tempo e per pura e sola dimenticanza ci si scorda di pagare la polizza auto esattamente il giorno giusto della scadenza; ecco perché le compagnie assicurative, con l’approvazione dello Stato hanno deciso di accettare l’aggiornamento sui giorni in più dopo la scadenza dell’assicurazione per poter effettuare il pagamento senza complicazioni.

Ciò che è stato concesso non è altro che un periodo di tolleranza, utile al guidatore per diverse motivazioni. Ad esempio, oltre al fatto di non prendere multe se fermati dalla polizia in caso di polizza scaduta, ciò che interessa maggiormente alla gente è il fattore incidenti. Infatti grazie alla nuova normativa è possibile utilizzare i 15 giorni di tolleranza come se si avesse ancora un contratto valido. Quindi in caso di incidente la propria assicurazione avrà l’obbligo di pagare e risarcire ugualmente il costo per la riparazione o altri eventuali cause, senza obbiezioni.


Per quali tipi di assicurazioni si può utilizzare il periodo di tolleranza?


Scadenza polizza auto 15 giorni di tolleranza per pagare

Si bisogna porre attenzione al tipo di polizza auto richiesta. Infatti nella comunicazione offerta e presente nella normativa è indicato che solamente le assicurazioni auto annuali hanno diritto a questo tipo di agevolazione; mentre quelle temporanee sono chiamate fuori dall'elenco. Tra le altre polizze accettate, possiamo invece trovare: quelle a pagamento mensile, o pagamento ogni 6 mesi. Perché? Semplice, hanno una copertura che è sempre annuale e un premio che si paga a rate.

Ma cosa succede se non si paga neanche dopo i 15 giorni di tolleranza?


In molti pensano che sia obbligo della compagnia assicurativa avvisare il cliente che la polizza auto sta per scadere; ma non è assolutamente cosi! Se questo dovesse accadere è perché avete confidenza con il vostro agente assicurativo e lui per cortesia decide di avvisarvi. Infatti fidatevi che il rinnovo dell’assicurazione dovete, come fanno tutti, ricordarvelo da soli e se trascorsi anche i 15 giorni di tolleranza maggiormente offerti, in caso di blocca una bella multa non ve la toglie nessuno!

Ad esempio: mettiamo caso che la polizza o la vigilanza stradale dovesse fermarvi per un controllo e notasse che la vostra polizza auto è scaduta. Oltre a questo notano che avete superato anche i 15 giorni di tolleranza extra, (senza nessuno tipo di movimento vostro per pagare la polizza) provvederanno subito a farvi una multa e in questo caso la sanzione varia tra gli 800 euro e i 3.300 euro, più logicamente il sequestro del mezzo (auto o moto che sia…) di guida. In questo caso per riavere indietro la propria auto si dovrà pagare la contravvenzione ricevuta (tutta fino all'ultimo centesimo di euro) ed effettuare subito il rinnovo della polizza scaduta per almeno un tempo minimo di sei mesi, più logicamente il costo del carro-attrezzi (uscita) per aver preso la vostra auto, la benzina del trasporto e il tempo di attesa e custodia per aver controllato il mezzo in vostra assenza.

Leggi anche =>    Come fare un nuovo contratto di assicurazione auto (guida completa per guidatori)

Ricordo che chi invece ha eseguito il pagamento della polizza auto in tempo, ma allo stesso tempo si fosse dimenticato eseguire il tagliando, ma multa ci sarà ancora, ma questa volta in forma minore. Infatti chi viene fermato, avente il contrassegno scaduto (anche dopo i 15 giorni) dovrà pagare una multa che varia dai 25 euro minimo ai 100 euro massimo.

Esiste però un metodo drastico per evitare di spendere così tanti soldi; infatti nel caso la vostra auto fosse vecchia e non vi importasse rinnovare la polizza ed al contempo aveste ricevuto una sanzione massima di 3.300 euro, l’unica via possibile è la demolizione del mezzo entro un mese dal giorno della multa ricevuta. In questo caso non ho detto che non esiste una multa, ma solo che i costi sono ridotti (circa del 25%); infatti vi verrà recapitata solo la sanzione minima pari a 800 euro (forse qualcosa di più) come cauzione in caso qualcosa andasse storto. Non appena l’auto sarà demolita e consegnati i documenti richiesti, la cauzione della polizza vi verrà rimborsata, tranne il 25% dei costi pagati, che serviranno come pagamento spese per le varie operazioni di gestione eseguiti.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).