martedì 16 agosto 2016Ultimo Aggiornamento:

Come funziona Paypal: vantaggi carta, sblocco conto e iscrizione

 |   | 
Per chi non lo sapesse Paypal è un servizio online che consente alla gente di trasferire e ricevere denaro in modo facile e sicuro. Il trasferimento di soldi su internet ormai è una pratica molto richiesta, soprattutto se si acquistano prodotti al di fuori del territorio italiano o si devono ricevere i soldi da commissioni per lavori professionali. Attualmente sono molti i lavoratori e commercianti che utilizzano Paypal per farsi pagare a fine giornata o fine mese lo stipendio; ecco perché in questa guida oggi cercherò di spiegarvi come funziona Paypal e come aprire un conto online per la gestione del denaro.

La prima cosa da sapere è che essendo un sito sicuro al 100% non bisogna per alcun motivo immettere i propri dati bancari (a meno che non lo si desidera), aggiungere le coordinate bancarie o fornire il numero della propria carta di credito ad ogni operazione. L’unica cosa che bisogna fare è accedere al sito ufficiale Paypal, registrarsi, aprire un conto online gratis (oltretutto senza spese, a costo zero e senza vincoli) e godere al massime delle sue funzionalità. Per maggiori informazioni su ciò, vi consiglio anche di leggere le seguenti guide correlate, che indicano dettagliatamente:


Come funziona Paypal: iscriversi online e aprire conto senza costi


Come funziona Paypal

Prima di iscriversi a Paypal è necessario mettere da parta una carta di credito attiva, al fine di utilizzarla sul conto. Infatti per aprire un conto bisogna avere una carta di credito attiva da aggiungere al proprio profilo in modo da far capire al servizio dove immettere i soldi, prelevarli o come pagare la gente in caso di uscite e richieste di pagamento. In questo caso se non ci si fida ad utilizzare la classica carta di credito è possibile associare a Paypal anche una Postepay di poste italiane.

Oltre a questo durante la compilazione del profilo Paypal si dovranno accettare le condizioni d’uso e dichiarare di avere almeno 18 anni di età per non incorrere in problemi o sanzioni. Detto ciò, vi stare sicuramente chiedendo: come funziona Paypal? Il procedimento è davvero facile. Infatti bisogna collegarsi al home page, cliccare sulla voce: “registrati gratis” e decidere quale conto corrente aprire. In questo caso esistono due possibilità:


  • Paypal per te – utile per i cittadini privati che desiderano avere un conto basilare in grado di effettuare pagamenti online, oppure ricevere denaro.
  • Paypal per il tuo Business – utile per le aziende che vogliono operare sul web e per i lavoratori aventi la partita IVA (es. testate giornalistiche).

Una volta scelto il proprio conto, si dovrà cliccare sulla voce: “inizia ora” e successivamente compilare i moduli d’iscrizione. Eseguito anche questo passaggio pigiamo su: “accetta” e poi su: “crea conto” in modo da completare tutti i passaggi indicati sul sito. Come possiamo vedere adesso il conto è aperto, anche se le funzioni non sono del tutto attive; infatti oltre a tetto massimo bloccato, anche altre operazioni come il trasferimento del denaro Paypal non sono attive al 100%.



Sbloccare tutte le funzioni conto e carta Paypal: come fare?


Per sbloccare tutte le funzionalità bisogna verificare il conto dell’account, associando la propria identità ad una carta di credito o carta prepagata. Per farlo, non bisogna fare altro che accedere al profilo Paypal e cliccare sulla voce: “aggiungi o rimuovi carta”. Selezioniamo con una spunta il conto Paypal che si vuole utilizzare e procediamo cliccando sulla voce: “continua”. Per essere certi del funzionamento il servizio Paypal, proverà ad addebitare 1,50 euro sul conto in modo da capire se la carta Paypal e il conto stesso funzionano correttamente. In questo caso l’addebito sul conto è solo temporaneo e per farsi restituire il denaro si dovrà inserire sul sito il codice indicato sul conto della carta. Il codice segreto sarà quindi composto da 4 cifre e preceduto dalla parola: “PAYPAL” oppure “PP” in modo da identificarlo velocemente. Per immettere il codice e concludere così la verifica, bisognerà accedere ancora una volta al conto Paypal nella sezione delle informazioni generali e poi cliccare sulla voce: “Verificare il mio conto PayPal”. Aggiungiamo qui il codice trovato nell'estratto conto della carta e sblocchiamo finalmente tutte le funzioni e limitazioni Paypal nascoste.

Un’altra operazione nascosta che si può sbloccare è: PayPalanche. Ad esso si può associare un conto corrente bancario, semplicemente cliccando su: “aggiungi conto bancario” presente all'interno della pagina: “profilo”. Cliccato il pulsante aggiungi, inseriamo le coordinate della banca del conto corrente ed attendiamo l’attivazione. Il tutto dovrebbe essere attivo ed operativo nel giro di 2 giorni lavorativi, dopo il prelievo di qualche centesimo di euro. Quindi come nel passaggio precedente controlliamo l’estratto conto e digitiamo il “codice accredito” segnato su Paypal. Fatto ciò clicchiamo su: “aggiorna” e procediamo oltre per confermare il tutto.


Quali sono i vantaggi della carta Paypal prepagata ricaricabile?


Come abbiamo già potuto vedere all'interno della precedente guida: “Costi e opinioni carta Paypal”, la carta gode di notevoli vantaggi, tra i quali quello di avere un codice IBAN tutto suo. Grazie ad esso è possibile effettuare l’accredito della pensione o farsi pagare lo stipendio dal datore di lavoro, senza dover per forza pagare i costi di gestione del conto corrente bancario. Oltre a questo, la carta è anche molto semplice da ricaricare, visto che si può svolgere il tutto in più e diversi passaggi. Ad esempio la si può portare nei centri LIS CARD al costo di 0,90 centesimi di euro; ricaricare dallo sportello bancario; tramite bancomat dai vari sportelli Qui Multi Banca presenti sul territorio al costo di 2,50 euro; oppure infine mediate altre carte prepagate al costo di un solo euro. I costi come possiamo vedere non sono alti, visto che si dovranno pagare solamente i seguenti in caso di ricarica, mentre per il resto è tutto gratuito (non ci sono costi annui da versare). Come suggerimento l’unica cosa alla quale bisogna porre attenzione è il massimale di ricarica, visto che si possono far accreditare massimo 10.000 euro e un totale di 50.000 euro annui.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).