mercoledì 11 marzo 2015Ultimo Aggiornamento:

Come richiedere assegno sociale Inps – sussidio di 448 euro

 |   | 
Sei in difficoltà? Hai bisogno di soldi? fai domanda per il sussidio di 448 euro all'Inps! Oggi in questa guida vi spiegherò come richiedere assegno sociale Inps in modo semplice e veloce.

Come ben sappiamo il Governo ultimamente sta offrendo parecchi aiuti economici ha si ritrova in difficoltà; uno di questi è sicuramente l’assegno sociale, offerto a tutte le famiglie italiani soffocate dalle tasse e di continui debiti non saldati. Logicamente per poter richiedere il seguente assegno, bisognerà veramente averne bisogno ed al contempo si dovranno possedere determinati requisiti e consegnare tutta la documentazione richiesta (queste misure cautelari, sono state intraprese, viste le continue azioni illegittime dei cittadini che richiedevano e ricevevano il sussidioassegno sociale”, senza averne realmente diritto) se non si vuole incorrere in pesanti sanzioni e problemi.

Comunque sia, adesso vi spiegherò esattamente come operare a norma di legge senza avere problemi, come richiedere assegno sociale Inps, quali requisiti si dovranno rispettare e dove fare domanda per poter ricevere il compenso promesso di 448 euro.

Come richiedere assegno sociale Inps – sussidio di 448 euro, dove fare domanda?


La domanda deve essere presentata all'Istituto nazionale di previdenza sociale, seguendo uno di questi metodi di comunicazione:

  • Per chi volesse eseguire il tutto, semplicemente chiamando. Potrà farlo telefonando al numero verde gratuito: 803.164, oppure tramite il numero di cellulare a pagamento: 06.164.164 (il costo della chiamata varia in base al proprio piano tariffario e compagnia telefonica associata). Una vota in attesa, vi risponderà un addetto “Contact Center” alle chiamate, al quale dovrete spiegare la vostra situazione e comunicarli che volete inoltrare la vostra domanda per ricevere assegno sociale.
  • Per chi volesse inviare la comunicazione, via internet, potrà farlo accedendo ai servizi web dell’INPS, mediante il proprio codice PIN, ricevuto sempre dall'istituto stesso. Se non possedete il codice PIN, potrete sempre richiederlo e per farlo vi consiglio di leggere la seguente guida: "Come richiedere PIN INPS online".
  • Infine sempre utilizzando i servizi telematici offerti è possibile, comunicare il tutto agli intermediari finanziari dell’istituto o Patronati. Essi provvederanno a fare il lavoro per voi. 

Quali requisiti bisogno possedere per poter richiedere questo assegno sociale Inps?


I requisiti sono diversi e adesso cercherò di elencarvi tutti quelli richiesti per poter accedere al sussidio e ricevere di conseguenza il vostro assegno sociale da 448 euro (in alcuni casi l’assegno può anche essere più alto e raggiungere la soglia di 1.500 euro – per questo sono necessarie nuove domane e requisiti maggiori). La prima cosa che bisogna rispettare per poter ricevere il contributo Inps è controllare il proprio stato di bisogno economico (reddito, Isee e tanto altro, in modo da capire se realmente ne avete bisogno); in secondo luogo è necessario confermare la cittadinanza italiana e non aver superato i 65 anni di età, al momento della richiesta. Le cose sono leggermente differenti per i cittadini stranieri, ma comunitari. Essi, cioè gli stranieri residenti in Italia con una reale iscrizione all'anagrafe del proprio comune di residenza; potranno richiedere il sussidio. Al tempo stesso potranno farlo anche tutti gli extracomunitari che:

  • Presentano un attivo permesso di soggiorno, siglato CE;
  • Coloro che presentano una carta di soggiorno a lunga scadenza;
  • Chi dimostra di aver vissuto in Italia per 10 anni, presso lo stesso comune di residenza.

Ma cos'è l’assegno sociale Inps?


Facciamo un leggero passo indietro e cerchiamo di capire prima di tutto: Che cos'è l’assegno sociale?

Questa forma di contributo offerta ai cittadini italiani; serve a garantire un solido aiuto economico a tutti coloro che si trovano in seria difficoltà e non riesco ad arrivare a fine mese. Essi oltre a non poter pagare la spesa, le bollette e tanto altro, soffrono anche di un disagio reddituale, dove molte delle volte non arriva alla soglia minima per poter vivere in maniera sana e priva di disagi.

Ecco il contributo, possiamo dire che va proprio a questo genere di persone, le quali fin dal 1996 richiedevano la pensione sociale.

I controlli quindi, come vengono eseguiti?


Principalmente, bisogno rispettare i requisiti precedentemente indicati, ma oltre a quello vengono prese ulteriori precauzioni, analizzando esattamente il proprio reddito annuo. Il reddito viene controllato in due diverse fasce, che si contraddistingue cosi:

  • Il reddito di un cittadino non congiunto. Esso, viene esaminato con minori pretese.
  • Il reddito di 2 cittadini congiunti. Esso, viene calcolato tramite un accumulo, tra i due coniugi.

Quando si può ricevere il pagamento, una volta inviata la domanda?


Il pagamento potrà essere ricevuto solo a domanda accettata. Se essa è stata presa in carico e di conseguenza siete stati considerati idonei; il sussidio, vi verrà erogato dal 1° giorno del mese successivo alla presentazione della vostra domanda. In caso contrario, vorrà dire che non siete stati accettati, o non avete rispettato le norme di legge o i requisiti richiesti nel modulo.

Il pagamento dei 448 euro, verrà suddiviso in 13 mensilità, con un limite di reddito non superiore ai 5.830 euro all'anno. Ricordo che alcune categorie o nuclei famigliari, potranno anche ricevere la somma in un’unica e sola soluzione (possibilità di richiesta massima di sussidio); per farlo ci si dovrà trovare in una di queste situazioni:

  • Il richiedente non deve possedere nessun tipo di reddito al momento della richiesta;
  • I richiedenti devono avere, un reddito inferiore all'importo annuo, percepito con gli assegni.

Esistono anche altri 2 casi da tenere in considerazione e riguardano l'erogazione assegno in forma ridotta. A codesto diritto potranno partecipare tutti i cittadini non congiunti, aventi un reddito più basso della quota massima (da calcolare sempre per tutti i 12 mesi) dell’assegno. Mentre le coppie congiunte, dovranno avere un reddito più basso del doppio dell’assegno annuo offerto.

Come si calcolano i redditi?


Per calcolare i redditi ed essere in linea con tutto ciò che abbiamo indicato, verranno considerati i redditi dei cittadini richiedenti, seguendo la seguente comunicazione:

calcolo-redditi-assegno-sociale-Inps-per-sussidio-italia

Ulteriori dettagli e conclusioni da non dimenticare per non perdere il proprio assegno sociale:


Ricordatevi che l’assegno non rimarrà attivo per sempre; infatti è solo un contributo a carattere provvisorio, offerto alle famiglie italiane per uscire da una brutta situazione, pagare le spese e tanto altro. Il contributo Inps, se vengono rispettate le linee guida indicate, lo si potrà richiedere ogni 12 mesi e di conseguenza ogni anno gli uffici di controllo prenderanno visione del vostro reddito (il controllo sul reddito è fisso ogni anno). Ricordo inoltre che il seguente assegno non è in alcun modo soggetto a trattenute Irpef.

Gli assegni mensili, non posso essere erogati all'estero ed al contempo, se il richiedente vorrebbe soggiornare o spostarsi all'estero, dovrà farlo nell'arco di tempo massimo pari a 30 giorni. In caso contrario il sussidio, verrà sospeso. La sospensione se prolungata per tutti i 12 mesi, verrà alla fine dell’anno cancellata.

17 commenti:

  1. salve,sono Michele
    la ringrazio per questa giuda.
    sono un papà disoccupato e separato,vivo in lombardia e non sò proprio come muovermi per avere un sussidio che mi possa garantire il mantenimento per le mie figlie.
    potrebbe fare una giuda che spieghi quali sono i passi per ottenere ciò?
    la ringrazio anticipatamente
    saluti
    M.V.

    RispondiElimina
  2. Salve Michele, esistono diversi bonus disponibili in Italia, bisogna solo trovare quello giusto che si adatti perfettamente alle proprie caratteristiche. In questi giorni abbiamo analizzato e creato una guida apposita per ottenere la Social Card (carta per i disoccupati e mantenimento dei famigliari) con questa carta molto probabilmente riuscirà a mantenere le sue figlie, visto che offre fino a 404 euro al mese di sussidio e bonus Governativo. Per maggiori informazioni le consiglio di leggere il seguente articolo: http://www.lavoro.salvadanaio.info/2015/10/social-card-disoccupati-2016-come-richiederla.html

    RispondiElimina
  3. Buongiorno Marco.. sono stato.all'inps e di seguito ho telefonato al numero verde per il.sussidio sociale..non sanno neanche di che stavo parlando! Ma da chi devo andare per fate domanda,visto.che loro non ne sanno nulla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una comunicazione che viene offerta alla gente che si trova in gravi situazioni economiche, forse non puoi richiederla e farne parte, per questo non sanno come aiutarti.

      Elimina
  4. Buongiorno, ho provato tramite PIN inps ma non capisco quale strada seguire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefano, in che senso scusa? Il pin inps serve per accedere al sito della previdenza sociale, dal quale è possibile leggere le nuove leggi, gli aiuti economici e l'analisi dei contributi versati.

      Inoltre con il pin puoi solo inviare delle comunicazioni di avviso, non richeidere l'assegno sociale.

      Elimina
  5. salve sono domenico da bari sono disoccupato da molti anni reddito ise da molti anni sino all ultimo 2016 zero non ho nulla di proprieta vivo in una monolocale 20 mq. piano terra di mio fratello, vorrei sapere possom richiedere il sussidio che leggevo sul vs. sito' o che altro potrei richiedere grazie mille.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a dare un occhio alla social card per disoccupati. ho inviato il link a Michele nel primo commento...

      Elimina
  6. Salve, sto sbattendo la testa perché non capisco cosa devo fare e come farla e mi dicono che non mi spetta nulla, mi spiego : ho 53 anni disoccupato da 16 mesi, sono stato lasciato a casa dalla ditta per cui lavoravo da 21 anni perche la titolare e andata in pensione e ha chiuso, ero occupato part-time 20 ore settimanali, ho preso per 12 mesi la Naspi di circa 350 euro e poi stop, ora sono del tutto a 00 , ma il vero problema che oltre a non trovare nulla, sono single e vivo con i miei genitori di 78 e 82 anni, in una modesta casa di proprieta' a torino, mia madre invalida totale ( ictus ecc ) da circa 20 anni, io che posso fare oltre a cercare cio' che non trovo ??
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, se già le hanno concesso la Naspi è difficile che le concedono altro... l'Italia è fatta cosi, prova ad aiutare i cittadini ma poi si tira subito indietro. Ad ogni modo prova ad anadare ad un centro INPS e chiedi informazioni sulle nuove leggi riguardanti i disoccupati e gli aiuti che possono ricevere.

      Elimina
  7. salve mi chiamo marco sono un disabile senza lavoro,vivo con mia madre mio fratello e mia sorella,è l'unica che lavora è mia madre ed ha un reddito molto esiguo.Visto che non riusciamo a pagare le bollette ed a avere un'alimentazione adeguata,volevo chiederle se ci spetta questo bonus sociale a prescindere dal reddito(che comunque è inferiore ai 6000euro).Grazie e aspetto una sua risposta

    RispondiElimina
  8. Sono una donna di 57 anni, disoccupata,vivo sola e percepisco un assegno di invalidità civile di 276€.
    Posso fare richiesta del sussidio sociale? Grazie di un eventuale risposta

    RispondiElimina
  9. Salve,
    sono una ragazza,orfana di padre, di 27 anni. I miei parenti mi hanno cacciato di casa e sono senza lavoro e sono ospite di amici, non ho niente con cui vivere e ho anche problemi di salute. Purtroppo risulto ancora nello stato di famiglia e non mi sono tolta perché non so bene che diritti perdo e a quanto pare non posso richiedere nemmeno un avvocato con il gratuito patrocinio. Lo stato offre qualche aiuto? sono con l'acqua alla gola...
    Grazie.

    RispondiElimina
  10. Salve, sono una madre divorziata di 40 anni, ho due figli di 11 e 10 anni e mi sono trasferita nel Lazio per un passaggio di livello lavorativo, avevo affittato tramite la mia titolare una casa molto costosa, che le pagavo lavorando al nero per lei,
    Purtroppo non sono risultata idonea a questo cambio di lavoro, e ho dovuto lasciare casa e lavoro
    Attualmente siamo ospiti di una amica, ma io ora non ho nessuna entrata tranne qualche lavoretto saltuario e il mio ex che quando può mi aiuta, ma anche lui è disoccupato
    Io vorrei chiedere un aiuto, ma non so a chi rivolgermi, e soprattutto ho paura che mi possano levare i figli, anche se a loro non manca ne è mai mancato nulla, anche il superfluo
    Ci sta qualche possibilità? Io non so davvero da dove iniziare per poter essere aiutata...
    Grazie mille

    RispondiElimina
  11. SALVE,SONO UN PADRE E MARITO DI ANNI 63 MI ANNO LICENZIATO 3 ANNI FA ORA NON LAVORO ANCORA POSSO CHIEDERE ANCHE IO L'ASSEGNO DI 448,0 EURI AL MESE E AVENDO ANCHE UN REDDITO BASSISSIMO?,GRAZIE ATTENDO VOSTRE NOTIZIE

    RispondiElimina
  12. Salve sono una ragazza nubile di 40 anni non lavoro da 5 anni sono sullo stato di famiglia dei miei genitori quindi come ise risulta alto perché devo per forza avere residenza non ho alcun reddito o soldi i miei non mi danno nulla non ho neanche soldi per curarmi varie malattie di salute c'è qualche bonus che posso io richiedere

    RispondiElimina

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).

Articoli e guide più lette dagli utenti: