mercoledì 10 febbraio 2016Ultimo Aggiornamento:

Come aprire un conto corrente in Svizzera - 10 consigli

 |   | 
Alcune domande che mi vengono poste ultimamente sono: Come faccio aprire un conto corrente in Svizzera? Il segreto bancario in Svizzera è ancora offerto per proteggere i soldi dal Fisco? Se devo rispondere a queste due domande velocemente come fanno molti altri blogger, la mia risposta dovrebbe essere: Si il conto Svizzero si può ancora aprire, non è estremante difficile e No non è più possibile richiedere il segrete bancario! Però voi mi conoscete e sapete che non sono cosi; anzi alcune volte le mie risposte sono lunghe (e noiose ^_^) però consapevole di offrire a chi ne ha bisogno tutte le informazioni necessarie per non incorrere in errori!

Facciamo un piccolo passo indietro, la Svizzera fino a qualche tempo fa era considerata un paradiso fiscale, nel quale rifugiarsi, al fine di non essere trovati dal Fisco. Questo aspetto permetteva anche a tutti i non residenti di aprire un conto corrente in Svizzera per depositare i soldi senza dichiararli. Oltre a questo ad incentivare la cosa più del dovuto erano sicuramente le agevolazioni offerte dagli istituti di credito, i tassi di interesse bassi, un economia costante/stabile e la possibilità di gestire i propri risparmi in perfetta autonomia e sicurezza. Infatti se ben ricordo per aprire un conto corrente era necessario mettersi in contatto con un dirigente bancario e trovarsi di persona; visto che niente era gestito online per via delle innumerevoli carte da firmare (e soprattutto da leggere e verificare) prima dell’apertura del conto corrente Svizzero personale.

Ora le cose sono leggermente cambiate: è sempre necessario presentarsi allo sportello e ricevere la piena approvazione della banca per aprire un conto in Svizzera; ma al contempo non è possibile richiedere il segreto bancario, visto che essa si è tirata fuori, firmando la voluntary disclosure in modo da entrare nella White List dei paradisi fiscali.

Come aprire un conto corrente in Svizzera legalmente


La guida per richiedere l’apertura di un conto corrente in Svizzera non è difficile da seguire e rispettare, basta solo svolgere tutto ciò che viene richiesto a norma di legge. Ora un cittadino italiano, Europeo o qualsiasi altra persona presente sul Globo può richiedere di aprire un conto in Svizzera legalmente a patto che esso versi il denaro sul conto dichiarandolo al 100% al fisco. Logicamente è inutile dire che il denaro versato dovrà essere vero, di provenienza legale, sicuro ed oltretutto consentito dall'istituto.
Come chiudere un conto corrente in Italia    -    Come attivare HomeBanking on line

Come aprire un conto corrente in Svizzera - 10 consigli

Regola numero uno – chiamare una banca in Italia che faccia d filiale per la banca Svizzera da voi scelta e spiegare a loro cosa volte fare. Quella della filiale è un’alternativa perché tanto per svolgere il tutto (se si vogliono mantenere i tassi di interesse Svizzeri) è necessario recarsi direttamente sul posto, visto e considerato che per l’attivazione finale, sarà obbligatoria ugualmente la vostra presenza su territorio svizzero (compilazione e firma dei documenti). Se invece la vostra è solo una vista di conoscenza e curiosità dell’istituto è possibile recarsi in una filiale italiana.

Regola numero due – il conto corrente può essere aperto anche in Italia ma in questo modo si perderebbe la possibilità di attuare le politiche del paese oltre confine e soprattutto non si riceveranno i cambi, i tassi, i costi e la gestione della Svizzera, ma tutto verrà fatto secondo le leggi italiane. Quindi addio ad un possibile risparmio.

Regola numero tre – stare attenti alle condizioni e requisiti richiesti. È estremamente importante seguire tutte le regole ed aprire un conto in base alle condizioni espresse sul contratto, rispettando anche tutti i requisiti ad esso correlati. Questo aspetto è molto importante per mantenere un grado sicurezza elevato, oltre a garantire un efficacie comunicazione tra ambedue le parti.

Regola numero quattro – essere maggiorenni è uno tra i requisiti più importanti. Per aprire un conto corrente in Svizzera è necessario avere 18 anni se si vive in Italia, mentre basterebbe averne 16 se si proviene dall'America. Per i cittadini italiani, non dovrebbe essere previsto il passaporto, mentre per chi viene al di fuori dell’Unione Europa, il documento: “passaporto” è assolutamente indispensabile. Oltre a questo sono necessari altri documenti validi, estratti conti bancari del paese di appartenenza, buste paga, indicazioni sul reddito e un indirizzo reale e valido della propria abitazione in cui si vive attualmente.

Regola numero cinque – il deposito di apertura del conto. Molte banche Svizzera prima di accettare l’apertura del conto corrente, le banche richiedono un deposito minimo; mentre altre (se considerate più importanti e sicure) un deposito elevato pari ad almeno 10.000 euro. Il pagamento o meglio il versamento del denaro in banca potrà essere fatto tramite bonifico bancario, oppure se si possedesse... anche in contanti (dichiarati al fisco italiano).

Regola numero sei – attenzione ai capitali versati. Bisogna prestare molta attenzioni quando si effettuano esportazioni di capitali all'estero, soprattutto se la somma da erogare supera i 10mila euro. Infatti essendo una soglia massima bancaria, tutte le cifre superiori ad essa verranno controllate attentamente dalla banca che lo eroga, soprattutto dall'Italia. Ecco perché conviene sempre essere in regola e non cercare di fregare il fisco! In caso di sospetti infatti la banca potrà analizzare la somma e controllare che i soldi non siano di provenienza dubbia.

Regola numero sette – i capitali devo essere dichiarati al fisco. Se i soldi da versare e spostare nella banca Svizzera sono dichiarati non ci potranno essere problemi di fondo né in Italia, ne oltre frontiera. Però ricordate che il denaro fuori dallo Stato italiano dev'essere sempre aggiunto nella propria dichiarazione dei redditi alla voce: “capitale estero e detenzione”. Non è necessario ricordarvi che se i soldi non verranno dichiarati, si potrà ricorrere in pensanti penali e multe da parte del fisco italiano.

Regola numero otto – evitare di richiedere l’anonimato. Richiedere ad una banca Svizzera di non essere rintracciato tramite il proprio nome o i propri dati non è assolutamente legale! Quindi evitate di chiederlo. Se volete potete richiedere una maggiore sicurezza con un conto corrente cifrato, potete richiedere un conto corrente vincolato, potete avere una riservatezza per privilegiati; ma l’anonimato no, questo farebbe credere alla banca che volete nascondere qualcosa di grave, facendo ricadere su di voi sospetti e preoccupazioni all'istituto.

Regola numero nove – tenere in considerazione i costi del conto. Aprire un conto corrente in Svizzera oltre a garantire sicurezza comporta anche dei costi variabili in base alle tipologie di attività messe in atto. Ogni costo dipende dai movimenti fatti, dalla liquidità in possesso, dal numero di operazioni bancarie e anche dalle spese relative alle commissioni di cui necessita la banca per andare avanti nel suo lavoro. Per questo motivo è sempre consigliato richiedere il tutto prima dell’apertura e firmare i documenti solo se ne siete realmente consapevoli.

Regola numero dieci – Richiedere l’intervento di personale esperto. Aprire un conto corrente oltre confine non è difficile, però se il tutto fosse anche gestito da un tutore finanziario non sarebbe male, no? Essendo un nuovo cliente sicuramente te ne verrà affiancato uno; ecco perché si dovrà cogliere al volo l’occasione e richiedere ad esso tutte le domande che volete sapere. Oltre a questo sarà anche possibile pagare una cifra extra e mantenerlo tra i contatti, al fine di permetterli di gestire il nostro conto finanziario o i possibili futuri investimenti in modo autonomo anche quando siamo fuori sede.


Come si apre un conto corrente in svizzera dall'Italia nel 2016?


Ricapitolando, basta ricordarsi della compilazione completa dei moduli per aprire il conto corrente in tutta sicurezza personale. Consegnare la domanda alla banca che analizzerà tutti i vostri dati indicati. Aggiungere durante l’apertura il deposito minimo indicato dal vostro consulente bancario e se il conto verrà verificato ed accettato basterà attendere la conferma dei moduli controfirmati. A questo punto ciò che si dovrà fare è attendere circa 15 giorni (in queste due settimane verranno controllate le credenziali, i dati, il reddito, la busta paga e così via dicendo…) se tutto sarà andato a buon fine, il vostro conto corrente in Svizzera verrà aperto nelle prossime 24 ore. A questo punto ritira i tuoi documenti di apertura conto, i documenti precedentemente consegnati per la verificazione d’identità, i dettagli sul tuo nuovo conto corrente, gli assegni bancari e le allegate carte di credito personali. Esse ti verranno consegnate solo se espressamente richieste, durante la firma di contratto; in alternativa si dovranno poi compilare dei documenti differenti per il ritiro carte di credito svizzere.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).