lunedì 8 febbraio 2016Ultimo Aggiornamento:

Miglior prestito personale: consigli 2016 per non sbagliare

 |   | 
Visto l’andamento di mercato ed il calo dei tassi di interesse nel corso di questi mesi; oggi ho deciso di mettere in evidenza alcuni dei migliori consigli per ottenere e richiedere un prestito personale nel 2016. La prima cosa da fare per essere certi di avere tra le mani il miglior prestito personale 2016 è quello di guardarsi attorno il più possibile cercando di capire il prodotto giusto per i propri interessi economici. Come avviene per qualsiasi prodotto finanziario, quando si tratta di chiedere un prestito personale (normale oppure online) vale davvero la pena buttare un occhio anche in altri istituti bancari e confrontare più offerte possibili prima di decidere quale attivare. Ad esempio il TAEG (tasso annuo effettivo globale) è un aspetto importante da tenere in considerazione. Questo perché il Taeg riguarda il costo di un prestito, tenendo conto degli interessi da pagare e delle spese o rate da versare a fine mese. Ecco in questa guida parleremo proprio dei: Consigli sul prestito personale 2016 - guida per non sbagliare e ricevere il migliore sul mercato italiano!

Consigli sul prestito personale – controllare e scegliere nel 2016


Se già in possesso di un prestito personale attivo o del migliore mutuo casa in Italia; la banca potrebbe indicarvi la possibilità di attivare un nuovo prestito a tariffe promozionali. Questo nella maggior parte dei casi avviene per agevolare gli utenti, magari in possesso di un conto corrente e di conseguenza non perdere la propria clientela. Però nessuno vi impedisce di accedere ad altre banche, dove magari “fortunatamente” si potrebbero trovare altre tipologie di prestiti più economici e con caratteristiche differenti.

Per il controllo del prestito invece si intendono le clausole a cui aderire per poter entrare in possesso del prestito personale. Ad esempio, alcune delle migliori fonti di investimento e banche presenti in Italia, prima dell’accettazione del prestito richiedono l’attivazione di un conto corrente o conto bancario. Questo però in alcuni casi non è un vantaggio visto che vengono applicate delle condizioni onerose e poco vantaggiose al richiedente. Ecco perché conviene effettuare diversi preventivi, ed analizzare adeguatamente le clausole presenti. Poi solamente alla fine si potrà decidere se optare per il prestito proposto inizialmente dalla propria banca o scegliere quello avente le condizioni e i tassi migliori dell’altro istituto.

Risparmiare soldi con il rimborso anticipato

Perché non pensare di adottare la pratica del rimborso anticipato del prestito? Potrebbe sembrare difficile metterla in pratica in periodi come questi, però non dimenticate che non è impossibile pagare il tuo debito in anticipo prima della chiusura del contratto. Anzi nel caso si riuscisse a farlo, converrebbe subito approfittarne e pagare di conseguenza meno interessi sulle rate future. Quindi nel caso pensiate sia possibile mettere in pratica (con una buona dose di probabilità) il tutto e così facendo risparmiare sul proprio prestito iniziale, perché non approfittarne? Dite che non ne vale la pena pagare meno spese, stipulando un giusto accordo con la banca a riguardo di un rimborso anticipato? Io penso proprio di sì…


Controllare gli istituti di credito ed ottenere il migliore prestito


Se volete fare domanda per un prestito personale presente sul mercato, ma quest’ultimo è sponsorizzato da un ente poco conosciuto o affiliato di una banca; è fondamentale controllare il valore dell’offerta e capire se è stata aumentata o meno.

Molti istituti di credito sono sponsorizzati da terzi, questi terzi a loro volta devo pagare i candidati professionisti che ci lavorano dentro, facendo aumentare per questo motivo il prezzo dell’offerta in corso. Pertanto, se l’offerta non è buona come sembra è perché si sta pagando un prezzo di interessi maggiore rispetto al suo reale costo di mercato. Infatti ribadisco che l’opzione di eseguire svariati preventivi differenti rimane sempre la cosa più valida da fare prima della stipula del contratto, al fine di trovare il miglior prestito personale adatto alle proprie caratteristiche.

Non sottovalutiamo le carte di credito

Prima di applicare la firma per un prestito personale online o classico che sia, bisogna tenere in considerazione altre forme finanziarie. Infatti per chi non lo sapesse è possibile trovare una carta di credito più conveniente rispetto all'altra, semplicemente effettuando dei confronti. Esistono banche che concedono carte di credito vantaggiose senza spese e costi; altre invece che obbligano il cliente a pagare tasse e costi ogni mese sui vari acquisti che si fanno. Anche in questo caso se si vuole risparmiare sempre soldi è sempre meglio mettere a confronto le banche scelte e gli istituti, così da decidere con calma il migliore! Un consiglio? È sempre meglio optare per i conti online, in quanto sono facili da utilizzare e di conseguenza offrono carte di credito che sono “quasi” sempre senza spese.

La potenza del social lending

Se le banche proprio non le digerite, perché non iniziare a richiedere dei prestiti personali tra privati? Per farlo basta cercare un prestatore (peer-to-peer) valido che operi all'interno di social lending sicuri e una volta trovato richiedere direttamente a lui il prestito che vi interessa. In questo caso i migliori siti che offrono prestiti tra cittadini sono: Smartika e Prestiamoci. Smartika ad esempio, creato per mettere in piedi un mercato per chi necessita di un prestito sociale o appunto social lending. Esso serve infatti per creare una connessione diretta tra richiedenti e prestatori. I candidati che necessitano di un prestito in denaro però dovranno dimostrare di pagare le rate ogni mese, per essere accettati. Le tariffe variano, ad esempio Smartika offre un prestito personale che va da un minimo di 1000 fino ad un massimo totale di 15000 euro, rimborsabili in almeno 48 mesi. Il tasso di interessi invece è fissato al 5,60% per i richiedenti e al 6,59% per i prestatori.

Richiedere un prestito più alto di quanto realmente ci serve

Alcune volte, richiedere un prestito personale maggiore di quanto ne abbiamo necessariamente bisogno, non vuol dire che sia peggio; anzi! In alcuni casi più grande è il prestito che vogliamo richiedere, più bassi saranno i tassi di interesse che andremo a pagare ogni mese. Infatti potrebbe capitare che la banca ci offra un prestito più alto dove noi andremo a risparmiare denaro e di conseguenza avere un finanziamento maggiore con meno tassi da aggiungere alle nostre spese. Ecco perché durante la richiesta di preventivo è necessario farsene fare due: uno alto e uno basso, in modo da capire quale è il più conveniente per risparmiare soldi ogni mese.

Le migliori compagnie che offrono prestiti personalizzati 


Le compagnie migliori presenti sul mercato italiano ad erogare prestiti personali e finanziamenti online possiamo trovare:


Oltre a questi è possibile contattare anche altre due compagnie online che offrono la possibilità di confronto tra tutti i prestiti presenti sul mercato e di conseguenza capire il migliore esistente in tempo reale. La prima che vi consiglio di contattare è la PrestitiSupermarket (ITA); mentre la seconda è Prestitionline (ITA) entrambe sono davvero ottime per chi vuole risparmiare soldi durante l’attivazione di un nuovo finanziamento casa, auto o così via dicendo...


Perché non richiedere più prestiti contemporaneamente?

È possibile richiedere più prestiti contemporaneamente, ma così facendo oltre ad aumentare le spese, si potrebbe anche essere presi in considerazione dalla banca come problematici clienti. In che senso? Ad esempio ogni qualvolta ci si registra online e si richiedere un prestito on-line, si lascerà sul web e sul sito della compagnia una traccia dei nostri dati. In questo modo i creditori bancari, potranno controllare chi ha richiesto il prestito e se quest’ultimo è un buon pagatore. Quindi prima dell’approvazione del prestito, essi terranno conto di questo e cercheranno di capire se siete disperati e il motivo delle vostre elevate richieste. Solitamente chi esegue queste operazioni o richiede diversi prestiti da diversi istituti in poco tempo è perché ha delle difficoltà finanziarie da colmare (quindi debiti insoluti) e per questo i creditori vedendo un probabile rischio nell'aria. Proprio per questo le banche potrebbero anche rifiutare la vostra richiesta ed annullare il prestito.
Meglio non accettare i prestiti garantiti - Quali rischi ci sono?

I prestiti garantiti sono sicuramente più economici rispetto ad altri tipi di prestiti non garantiti, però allo stesso tempo si ha il rischio di perdere la casa se non si pagano le rate e non si effettuano i rimborsi giusti alla scadenza. Il mio consiglio finale, nel caso vogliate ottenere dei prestiti garantiti è quello di richiederli solamente se siete dei proprietari di case certificati aventi un minimo di denaro da parte. In alternativa è sempre possibile attivare un ipoteca sull'immobile di proprietà in modo da permettere alla banca di concedervi il prestito senza troppe pretese e difficoltà. Logicamente questo passaggio dev'essere fatto esclusivamente se si è sicuri al 100 per cento di soddisfare i requisiti della banca e ripagare i rimborsi senza ritardi. Infatti questo tipo di prestito nella maggior parte dei casi è fondamentalmente meno rischioso per i creditori, ma al contempo più rischioso per i mutuatari e richiedenti aventi bisogno di un prestito veloce.


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).