mercoledì 9 dicembre 2015Ultimo Aggiornamento:

Costi assicurazioni auto anno 2016 - sconti e offerte

 |   | 
Stando agli ultimi dati aggiornati per quanto riguarda i costi assicurazioni auto 2016, possiamo dire che sono nettamente in calo rispetto agli scorsi mesi ed inoltre facendo un riassunto conclusivo dell'anno 2015 possiamo dire che i prezzi delle assicurazioni auto hanno subito degli ottimi ribassi.

Oltre a quanto indicato è previsto per tutto il 2016 un miglioramento dei prezzi per le polizze auto e moto con sconti, offerte e promozioni davvero interessanti. Ma ciò che alla gente interessa di più è sicuramente il costo finale che andranno a spendere con la propria assicurazione. Quindi alla fine dei conti il desiderio più grande è avere la certezza che le assicurazioni auto scendano ancora, giusto?

Quanto sono i costi assicurazione auto attualmente?

Come abbiamo indicato le tariffe regolamentari sono in calo, almeno per quanto riguarda l’Italia; perché se calcoliamo i prezzi con il resto dell'Europa, purtroppo siamo ancora ben lontani dall'avere degli ottimi prezzi e tariffe scontate. Comunque sia, gli ultimi dati ISTAT hanno segnalato che le polizze auto hanno subito un calo dello 0,50% rispetto allo 1% degli mesi precedenti. Ora come ora infatti aprire e mantenere una nuova assicurazione auto da pagare ogni anno, per un cittadino italiano medio, il costo è di circa 600 euro, decisamente minore rispetto agli scorsi mesi, ma superiore del 30% rispetto a tutto il resto d’Europa.



Proprio per questo motivo (ricordo che questo sono solo dati, per molti cittadini i costi sono ancora troppo elevati per parlare di sconti) in Italia esistono tutt'ora persone furbe, che cercano in tutti i modi di girare senza assicurazione auto, oppure di creare polizze contraffatte. I maggiori casi sono stati registrati al Sud, con una percentuale del 15%, poi abbiamo il centro con il 6% ed infine il Nord con una media del 4%. Facendo un piccolo calcolo l'ente ISTAT ha precisato che ci sono circa 3 milioni di auto in Italia sprovvisti di assicurazione e ben il 10% di questi automobilisti, guida e circola come se nulla fosse.

Un altro problema serio riguarda le contraffazioni, però questa volta verso l’automobilista serio. Si! in Italia non è solo l’automobilista a fregare il sistema, ma ci provano anche le compagnie assicurative (la maggior parte di esse sono fasulle). Infatti attivare una polizza auto online, se non si è ben attenti, potrebbe risultare rischioso ed al quanto problematico. In molti sono stati fregati, pagando una copertura assicurativa inesistente e quindi non valida ai fine della legge stradale. Per questo, l’Ivass, “l’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni” offre agli automobilisti un servizio di contatto per spiegare i problemi in corso e capire se una compagnia è affidabile ai fini assicurativi; oppure no. Il tutto viene eseguito o può essere fatto semplicemente contattando il seguente numero verde: 800-486661

Oltre a questo, bisogna cercare di evitare compagnie nuove, delle quali non si conosce neanche il nome, o addirittura sprovviste. Esse come abbiamo capito, non offrono informazioni chiare sulla copertura assicurativa e di conseguenza non permettono di leggere le condizioni contrattuali in tutte le sue parti, evitando anche di offrire dettagli sulle scadenze e pagamenti da effettuare. Nel caso vi dovesse capitare una cosa del genere, cercate subito di contattare le autorità e lasciate il sito truffatore al più presto. 

Leggi anche => Risparmia con Direct Line, paga meno e ricevi 3 mesi di polizza in regalo già pagata!


[AGGIORNAMENTO] frodi assicurative per il settore polizze auto, cosa cambia?

Il nuovo codice ha provveduto a cambiare anche alcune parti che riguardano le frodi assicurative; migliorando così il settore polizze auto e moto presente in Italia (almeno si spera). Praticamente cambia tutto; adesso non è più possibile richiedere in causa un qualsiasi testimone facendo creare alla corte che esso era presente al momento dell’incidente. Ora le compagnie assicurative potranno richiedere l’intervento dei dati reali, accettando la sottoscrizione della polizza solo se la ritengono veritiera. Questo significa che:

  • In caso di incidente la presenza dei testimoni dovrà essere inserita durante la descrizione dell’incidente;
  • In caso di incidente la presenza dei testimoni dovrà essere inserita nella richiesta per il risarcimento danni;
  • In caso di incidente la presenza dei testimoni dovrà essere inserita nella richiesta di testimoni.

Per quanto riguarda l’ultimo caso è giusto ricordare che durante l’invio della raccomandata (andata e ritorno) alla compagnia di assicurazione, il tempo massimo è di soli 2 mesi, dal momento dell’avvenuto sinistro. Inoltre per quanto riguarda i testimoni è necessario aggiungerli in ogni documentazione e dichiarazione scritta, altrimenti non potranno più essere aggiunti successivamente.

Se guido un mezzo senza assicurazione, rischio qualcosa?


Certo che sì! Oltre a rischiare il carcere in caso di incidente e decesso, si può ricevere anche una multa minima di 840 euro e se fermati dalla polizia un massimo di 3.000 euro con confisca dell’auto. Questa legge è prescritta nell'articolo n°193 del codice della strada. Se dovesse accadere un incidente con un mezzo non assicurato, si potrà richiedere l'aiuto a garanzia delle vittime; il quale non è altro che un fondo da offrire a chi subisce un incidente con decesso sulla strada, per colpa di un mezzo senza assicurazione. La stessa cosa vale anche nel caso si dovesse guidare o investire qualcuno con una polizza auto falsa.

Ricordatevi di pagare sempre l'assicurazione auto, per non rischiare multe salatissime e pene severe. Chi commette un decesso su strada, falsifica assicurazioni o guida senza di essa, commette un reato grave punibile dalla legge con con 1 anno minimo e massimo 6 anni di carcere. Inoltre adesso grazie al nuovo RC-Velox scoprire chi non paga e circola senza assicurazione auto è diventato veramente un gioco da ragazzi, quindi è meglio non rischiare... voi cosa ne pensate?

Costi assicurazioni auto anno 2016 - sconti e offerte


[AGGIORNAMENTO 2016] le assicurazioni auto 2016 riceveranno con il nuovo anno diverse novità, tra cui sconti e offerte. Gli sconti saranno soprattutto effettuati sul premio, le offerte sui costi (abbassamento delle spese) e le promozioni su alcuni dettagli della polizza stessa. Logicamente a ricevere queste promozioni saranno solamente gli automobilisti che sono stati più corretti ed attenti con le norme della strada, cioè il codice stradale.

Le novità più importanti riguardano sicuramente i costi assicurazioni auto 2016 per le polizze Rc auto; più gli eventuali dettagli da eseguire per poter ricevere un adeguato abbassamento dell’imposto del prezzo sulla propria polizza auto e moto. Se volete un consiglio, una volta ricevuto il preventivo dalla vostra compagnia, cercate sempre di confrontarlo con un’altra e anche con la vostra vecchia Rc auto; solo in questo modo potrete realmente constatare se il prezzo è sceso oppure no. Vi dico questo perché senza un documento scritto non potrete mai sapere se il prezzo è stato alzato da una parte ed abbassato dall'altra; ciò che interessa sapere e vedere a voi è il prezzo diminuito in ogni sua parte!


Ma cosa bisogna fare per ricevere gli sconti e diminuire i costi delle assicurazioni 2016?

Semplice, ciò che bisogna fare è attenersi al regolamento della compagnia, attivare alcuni dispositivi sulla propria vettura ed essere sempre a norma di legge; il tutto rispettando i seguenti requisiti:

  • Ispezione preventiva del veicolo
  • Installazione della scatola nera
  • Aggiunta di rilevatori per il tasso alcolemico sull'auto.

Ricordo che gli sconti saranno stabiliti secondo un codice annuale imposto dall’IVASS e lo stesso ragionamento riguarda anche gli automobilisti in possesso di più mezzi e più assicurazioni. Oltre a questo è da tenete in considerazione anche il nuovo decreto del codice stradale che premia gli assicuratori per il 2016, favorendo a pieno chi rispetta le norme del codice della strada in tutte le sue forme. Questo significa: niente incidenti negli ultimi anni o guidatori prudenti che hanno deciso di aggiungere in auto il controllo con la scatola nera. Tutto ciò è ottimo per superare le difficili disparità regionali che demoralizzano gli automobilisti, al fine di accedere alla promozione.

[AGGIORNAMENTO] Spot alle vecchie regole, adesso decide il guidatore! 

In caso di sinistro il guidatore interessato potrà decidere a chi dare l’automobile per sistemarla; quindi anche il meccanico di fiducia andrà benissimo. Questa operazione è stata effettuata per cercare di aiutare l’automobilista a risparmiare soldi sull'RC Auto e di conseguenza anche a decidere se e come aggiustare la propria carrozzeria. Oltre a questo e con le nuove leggi 2016 si potrà interrompere in qualsiasi momento la clausola del tacito rinnovo e sospendere il contratto stipulato della polizza "attivo" con la propria compagnia di assicurazioni auto. Quindi in caso di sinistro il guidatore stesso avrà il diritto di decidere se rinnovare le clausole accessorie, oppure no!


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).