mercoledì 3 febbraio 2016Ultimo Aggiornamento:

Requisiti reddito minimo garantito 2016

 |   | 
Il reddito minimo garantito 2016 non è altro che una forma di introito garantito dallo Stato e dall'ente Inps per tutti coloro che possiedono un lavoro non abbastanza retributivo (gestito in base all'età del richiedente) così da vivere bene ed in modo tranquillo.

Oltre a questo si deve quindi possedere un reddito basso + tutti i requisiti richiesti. Praticamente diciamo che il reddito dev'essere sotto al livello di povertà, altrimenti non si potrà richiedere il sussidio di 320 euro minimo garantito per il 2016.

Ricordo che attualmente l’aiuto sarà offerto solamente alle persone più povere avanti anche figli a carico da mantenere. Poi a partire dal 2017 tutti e tutte (poco più di 4 milioni di disagiati) potranno anche usufruire del reddito di cittadinanza illimitato ed offerto a tutti. Per maggiori informazioni consultare il seguente link: Come ottenere il reddito di cittadinanza.


Reddito minimo garantito 320 euro ai poveri nel 2016


Per quest’anno il reddito di 320 euro verrà offerto ai cittadini più indigenti (famiglie o persone poverissime, prive di qualsiasi cosa necessaria per vivere una vita); per poi stanziare dal 2017 ulteriori fondi al fine di aiutare proprio tutti gli italiani con minori a carico ed altri poveri con diversi problemi. Lo scopo finale sarà quello di aiutare tutti coloro che ne avranno bisogno senza niente in cambio, coinvolgendo al 100% il gruppo dei cittadini italiani sofferenti da condizioni di vita assolutamente prive di soldi. L’inizio del 2017 infatti sarà segnato da un contributo Inps offerto dalla Stato di 1 miliardo di euro, che sarà devoluto in modo da bloccare questo problema di povertà una volta per tutte.

Requisiti per richiede ed ottenere il reddito minimo garantito 2016

Per ottenere il reddito minimo garantito per quest’anno sarà necessario accettare i requisiti seguenti:

  • Avere un determinato numero di componenti in famiglia
  • Avere un patrimonio immobiliare basso rispetto alla norma
  • Accettare di impegnarsi durante la ricerca di un nuovo lavoro
  • Mandare i figli a scuola nonostante tutti i problemi in corso
  • Iscrizione del disoccupato o lavoratore presso un centro di impiego
  • Essere inoccupato o disoccupato e con un reddito Isee basso
  • Partecipare si programmi di inserimento sociale collaborativo
  • Avere una residenza in Italia da almeno due anni
  • E cosi via dicendo per tutti gli altri requisiti indicati sui moduli Inps

Proprio seguendo queste linee guida, il Governo richiede un controllo avanzato sul numero dei componenti famigliari presenti, attualmente propensi al consumo. Questo servirà come forma di garanzia al fine di non concedere per sbaglio il reddito minimo a famiglie non povere. Il controllo verrà gestito tramite una media totale dei consumi; esattamente come avviene per la Social Card 2016 o carta acquisti per disoccupati 2016, cioè tramite il redditometro. I controlli saranno a campione e del tutto casuali, quindi state attenti a non dichiarare il falso sui documenti di richiesta e moduli per ottenere il reddito minimo garantito.

Ti potrebbe interessare =>    Assegni familiari, come averli?    -    Aiuto economico Inps di 1200 euro

Reddito minimo garantito a chi può richiederlo e quanto dura?

 requisiti-reddito-minimo-garantito

Una volta superato l’ostacolo requisiti non resta altro che fare domanda; ma chi può richiedere il reddito di cittadinanza in Italia e chi invece può avere il reddito minimo garantito nel 2016? Introdotto con la nuova legge di stabilità 2016, il reddito minimo lo potranno avere tutti i nuclei famigliari e persone single che vivono in Italia da un minimo di 24 mesi e che vivono con uno stipendio o aiuto sotto la soglia di povertà (statistiche fissate dal sistema SIA e dati ISTAT) prevista per quel determinato territorio. Infatti per chi non lo sapesse il reddito minimo garantito 2016 si adatta e adatterà al nostro stile di vita e costo economico territoriale.

Tra le varie possibilità di ricerca e controllo di povertà, la SIA ha deciso di utilizzare il modello ISEE, più moltissime altre soluzioni che verranno messe a punto solo in alcune parti del nord e sud Italia. Come ad esempio potrebbero essere le agevolazioni dei mezzi pubblici gratuiti, corsi di formazioni gratis, abbassamento dei costi per quanto riguarda l’affitto di una casa e tanti altri benefici correlati.

Per quanto riguarda la durata invece, non è prevista una vera e propria scadenza, visto che la si potrà continuare a portare avanti fino a che non ci sarà più bisogno del sostegno. Per beneficiare del bene offerto è obbligatorio tenere in considerazione i requisiti del reddito; infatti tali requisiti ed analisi dovranno essere ricontrollati periodicamente con intervalli da 6 mesi ad 1 anno. Il tutto verrà nuovamente accettato se si continua a vivere infelici e non si sa cosa fare per migliorare il proprio stato di povertà assoluta, se si effettuano colloqui di lavoro e se sì praticano le politiche sociali di gruppo.

Che differenze ci sono tra Reddito minimo garantito 2016 e Reddito di base?

La differenza è semplice: il reddito di base è il sussidio illimitato offerto dal M5S o meglio indicato come reddito di cittadinanza che tende a curare tutti i mali dei disoccupati e dei poveri, per sempre! Infatti se si dovesse attivare il reddito di cittadinanza universale, si potranno collegare ad esso anche altre entrate economiche, come ad esempio: stipendi, patrimoni, pensioni, sussidi e così via dicendo… è l’unico requisito richiesto per poterlo ottenere è la cittadinanza.

Il reddito minimo garantito invece non è altro che una forma di aiuto per i più disagiati (molto simile alla precedente, ma con qualche differenza); infatti anch'essa è attiva in modo illimitato, ma confronto all'altro può essere richiesto solo se non si ha un lavoro, si è disoccupati ed il proprio limite di reddito complessivo annuo rimane ugualmente inferiore alla quota di povertà indicata dall’Istat.


Reddito minimo garantito 2016 - Chi può averlo e chi lo eroga?


Questo aiuto economico sociale offerto alle tipologie di persone indicate precedentemente, viene erogato dall'ente Inps solo in determinate fasce di residenza geografica. Oltre a questo si dovrà presentare anche il documento Isee 2016 aggiornato (utile al Governo per controllare il nostro livello di benessere) ed il patrimonio in possesso. Se dovessi fare un esempio ed avere una famiglia composta da 4 membri (padre, madre, figlia e figlio) il livello ISTAT salirebbe fino a quota 950 euro nelle zone di residenza del Sud Italia; mentre se dovessimo calcolare lo stesso per le zone del Nord Italia, il livello Istat per avere il reddito minimo garantito potrebbe superare di poco i 1.380 euro. Arrivando ad un massimo consentito di 1.400 euro!


Nessun commento:

Posta un commento

Esprimi la tua opinione ... ma non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta sulla voce: "Inviami notifiche" prima di pubblicare il tuo commento, così verrai avvertito via e-mail di nuovi commenti al post (utile per interagire con altri utenti della rete).